Come richiedere la cittadinanza italiana? Quali sono i requisiti?

Articolo letto 26611 volte dal 22/04/2014!

In questo sito abbiamo iniziato a parlare dei documenti necessari per che uno straniero possa vivere legalmente e regolarmente in Italia. Abbiamo parlato del visto (visa), del permesso di soggiorno, di come rinnovare il permesso di soggiorno, di come convertirlo da un motivo all’altro, di come comportarsi quando si è in attesa del nuovo permesso di soggiorno, della carta di soggiorno (detta anche permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lunga durata o semplicemente permesso di soggiorno illimitato CE), … etc. Adesso vediamo come richiedere la cittadinanza italiana e quali sono i requisiti per averla. Ci serviamo delle informazioni dello Studio Legale Avv. Francesco Boschetti.

Esponiamo i principi che regolano la materia: secondo la Legge (D.P.R. n. 362/94), il termine massimo per la conclusione del procedimento relativo alla cittadinanza corrisponda a 730 giorni (cioè 2 anni), la domanda per ottenere la cittadinanza italiana si perde spesso tra le carte e sugli scaffali degli uffici amministrativi e i tempi medi di attesa per l’istanza dello straniero sono di circa 5 anni.

La cittadinanza italiana si basa sui due principi fondamentali dello ius sanguinis (diritto di sangue), in virtù del quale il figlio nato da padre o da madre italiani è anch’esso italiano, e quello della possibilità per il cittadino straniero di ottenere una cittadinanza ulteriore senza perdere la propria.

I requisiti per richiedere la cittadinanza italiana

La domanda di cittadinanza italiana può essere presentata laddove sussista uno dei seguenti presupposti:

  • per filiazione (il già detto diritto di sangue)
  • per nascita sul territorio italiano se i genitori sono ignoti o apolidi, se i genitori stranieri non trasmettono la cittadinanza al figlio secondo le leggi del loro Stato di appartenenza, se il minore è ritrovato in condizioni di abbandono
  • per riconoscimento di maternità o paternità
  • per adozione
  • per acquisto volontario, che può avvenire: a) in base a una dichiarazione di volerla conseguire, da parte dello straniero, purché sia nato sul territorio italiano (ius soli), oppure se discendente da cittadino italiano per nascita, abbia prestato servizio presso le Forze Armate dello Stato italiano oppure abbia ricoperto un ufficio pubblico alle dipendenze dello Stato stesso; b) dopo le modifiche apportate dalla Legge 15 luglio 2009 n.94 a seguito di matrimonio, se la residenza legale è fissata in Italia per un periodo di almeno due anni dopo il matrimonio oppure se vi sono tre anni di matrimonio qualora la residenza sia fissata all’estero;  c) per naturalizzazione, con decreto del Presidente della Repubblica, a diverse categorie di stranieri, cui vengono richiesti diversi periodi di residenza. Il periodo ordinario è fissato in dieci anni. Queste sono le disposizioni particolari:
    1. per i cittadini degli Stati appartenenti alla Comunità Europea il periodo fissato dalla legge è di quattro anni.
    2. Per i rifugiati politici o apolidi (ufficialmente riconosciuti): il periodo necessario è di cinque  anni,
    3. per i maggiorenni nati in Italia è di 3 anni,
    4. per gli originari dell’Italia (genitori o nonni italiani per nascita), è ancora di 3 anni ,
    5. per i maggiorenni adottati da cittadino italiano, è di 5 anni (successivi all’adozione),
    6. per i figli maggiorenni di genitori naturalizzati italiani è di 5 anni (successivi al giuramento del genitore) ,
    7. per i cittadini stranieri che abbiano prestato servizio alle dipendenze dello Stato è di nuovo di 5 anni.

Per ottenere la cittadinanza italiana per naturalizzazione si deve principalmente:

  • essere risieduti continuativamente per dieci anni in Italia,
  • non essere stati condannati per taluni reati di particolare gravità e
  • avere un reddito più che sufficiente.

A tal riguardo, occorre precisare che la valutazione del reddito avviene non solo sulla base dello straniero richiedente, ma dell’intero suo nucleo familiare. Secondo la sentenza del Tar Veneto del 28 aprile 2008 n. 1138, tuttavia, la determinazione del reddito non va effettuata secondo un principio retributivo, ma in base all’idoneità dei mezzi di sussistenza di cui dispone il richiedente (nel caso di specie, il ricorrente aveva dimostrato che per un anno non aveva potuto lavorare perché infortunato, ma aveva percepito somme per risarcimento danni per l’appunto da infortunio sul lavoro). Il Consiglio di Stato, con la sentenza del 2 marzo 2009 n. 1175, ha ritenuto illegittima l’imposizione di una precisa soglia di reddito ai fini della naturalizzazione, dovendosi valutare l’inserimento complessivo dell’interessato.  L’Amministrazione, pertanto, aldilà delle cifre reddituali, deve valutare:

  • la condotta dell’interessato;
  • il livello di integrazione nel tessuto sociale;
  • l’inequivocabile volontà di entrare a far parte della collettività italiana.



Come si procede per la domanda di naturalizzazione: la domanda di naturalizzazione avviene attraverso la presentazione di un’istanza al Prefetto (o al Consolato Italiano per lo straniero residente all’estero). E’ richiesta semplicemente la dimostrazione della buona condotta, cioè l’assenza di precedenti penali, e dell’autosufficienza economica. Tuttavia può essere opportuno produrre documenti aggiuntivi. Ad esempio gli interessati possono trarre beneficio segnalando particolari meriti o circostanze che possono permettere una valutazione più attenta della loro pratica. Ciò ovviamente non garantisce l’acquisto della cittadinanza, il quale avviene – ricordiamolo – sempre a seguito di una concessione ed è un atto pienamente discrezionale, ma almeno costituisce una garanzia per una più attenta valutazione del caso e soprattutto di difendersi in modo migliore nel caso in cui si dovesse ricorrere in tribunale contro un provvedimento di diniego. Pertanto, la concessione della cittadinanza, trattandosi di un atto di natura discrezionale, richiede la sussistenza, oltre che dei requisiti previsti dalla legge, di tutti quegli altri elementi che motivano l’opportunità della concessione.

Come richiedere la cittadinanza italiana

La domanda per ottenere la cittadinanza italiana viene trasmessa telematicamente all’Ufficio Cittadinanza della Prefettura, il quale provvede in seguito a fissare un appuntamento. Questo sistema è attualmente in fase di sperimentazione e presuppone che il cittadino straniero compili e trasmetta online un modulo scaricabile dallo stesso sito della Prefettura.

Successivamente, a mezzo di lettera, la Prefettura comunica allo straniero il numero di protocollo con il quale è possibile visionare lo stato di avanzamento della pratica sul suo sito istituzionale.

All’appuntamento, gli operatori dell’Ufficio Cittadinanza provvedono ad esaminare la documentazione fornita dallo straniero, ed eventualmente, laddove essa sia lacunosa, a disporne l’integrazione. Per evitare inutili lungaggini del procedimento e conseguenti perdite di tempo, è quindi fondamentale sapere bene quali sono i documenti necessari per richiedere la cittadinanza italiana.

Ricordiamo infine che la domanda deve essere accompagnata dal versamento di 200 € su modello 451, effettuato sul C/C n. 809020 intestato a: MINISTERO INTERNO D.L.C.I. – CITTADINANZA. Come causale del versamento deve essere trascritto: “Cittadinanza – contributo di cui all’art. 1, comma 12, legge 15 luglio 2009, n. 94″

I documenti necessari per la domanda di cittadinanza italiana

Per quanto riguarda le richieste avanzate da cittadini stranieri coniugati con cittadini italiani, i documenti da presentare sono i seguenti:

  • Modulo di domanda compilato in tutte le sue parti e debitamente sottoscritto, sul quale va applicata una marca da bollo da € 16,00
  • Estratto dell’atto di nascita legalizzato completo di traduzione legalizzata.
  • Certificato penale del paese di origine (e degli eventuali Paesi terzi di residenza) legalizzato e completo di traduzione legalizzata.
  • Copia dell’atto di matrimonio emessa in data recente.
  • Certificato di cittadinanza italiana del coniuge.
  • Certificato di stato in vita del coniuge.
  • Certificato storico di residenza.
  • Stato di famiglia.
  • Atto di nascita dei figli nati dal matrimonio.
  • Fotocopia di un documento personale in corso di validità.
  • Fotocopia del permesso di soggiorno o dell’attestazione di soggiorno per i cittadini comunitari.
  • Ricevuta del versamento del contributo di 200 € di cui si è detto.

Nel caso di richiesta della cittadinanza italiana per residenza sul territorio italiano, la documentazione necessaria è la seguente:

  • Modulo di domanda compilato in tutte le sue parti, debitamente sottoscritto, sul quale va applicata una marca da bollo da € 16,00
  • Estratto dell’atto di nascita legalizzato completo di traduzione legalizzata.
  • Certificato penale del paese di origine (e degli eventuali Paesi terzi di residenza) legalizzato e completo di traduzione legalizzata.
  • Certificato storico di residenza.
  • Stato di famiglia.
  • Dichiarazioni dei redditi relative ai 3 anni antecedenti la presentazione della domanda.
  • Eventuale copia autenticata della dichiarazione di status di rifugiato
  • Eventuale dichiarazione di discendenza da cittadino italiano
  • Eventuale sentenza di adozione
  • Fotocopia di un documento personale in corso di validità.
  • Fotocopia del permesso di soggiorno o dell’attestazione di soggiorno per i cittadini comunitari.
  • Ricevuta del versamento del contributo di 200 € di cui si è detto.

In entrambi i casi, sia della domanda che dei documenti deve essere presentata anche una fotocopia.

Fonte: Studio Legale Avv. Francesco Boschetti

Articolo letto 26611 volte dal 22/04/2014!

 

235 commenti su “Come richiedere la cittadinanza italiana? Quali sono i requisiti?

  1. Salve. Sono una ragazza rumena di 29 anni e vivo in italia dal 2004 o una bambina di 9 anni con un italiano. Volevo sapere se posso fare la richiesta della cittadinanza?

  2. Buonasera,

    ho fatto la richiesta per la cittadinanza 1 anno e mezzo fa, volevo sapere se cè qualche avvocato nel Veneto Treviso che si occupa delle prattiche per la cittadinanza? Grazie

  3. Salve

    Sono argentina ed ho scoperto che mio nonno aveva passaporto italiano
    avrei alcune domande in proposito. Come posso fare per ottenere la cittadinanza italiana?
    Quali documenti devo presentare?
    A quali uffici devo presentarli?

    Attualmente vivo Buenos Aires

    Distinti saluti

    Vale

    • Salve, Federico.

      Visto che vivi all’estero, la tua domanda di cittadinanza italiana la puoi fare direttamente tramite all’Ambasciata Italiana in Argentina. Per quanto riguarda i documenti da presentare, leggi bene qui sopra nell’articolo che hai commentato. Per qualsiasi altra domanda o bisogno di chiarimento, rimaniamo a tua disposizione!
      Cordiali saluti!

  4. salve, sono un ragazzo tunisino, nato in Tunisia, venuto regolarmente al eta di 4 anni in italia, adesso tengo 20 anni , studio ancora, non tengo un reddito, sono uscito dal nucleo famigliare, ci sta una possibilità per me di ottenere la cittadinanza senza reddito

  5. Ciao ti ringrazio per la risposta ma ci sono delle probabilità che la mia pratica vada più veloce visto che già hanno la mia vecchia pratica ecc.. o non cambia niente e tutto si inizia da capo? Grazie ancora

  6. Ciao ho un paio di domande da fare gentilmente.. allora io avevo fatto domanda di cittadinanza nel 2010 e a marzo 2014 me l’hanno rifiutata perché avevo precedenti penali … poi con il mio avvocato abbiamo fatto la riabilitazione e andato tutto bene e sono stato riabilitato.. il mio avvocato mi ha detto che a marzo 2015 posso rifare la domanda ma il mio problema e questo dovrei presentare cud 2014 avrò sui 9000 euro 2013 6600 euro 2012 quasi 21000 euro ci sono le possibilità che mi accettano la domanda anche se il cud 2013 e un po’ basso pero’ 2012 ho il cud molto alto????? grazie in anticipo attendo un risposta

  7. Salve sono Roberto sono in Italia dal 1997 con regolare permesso di soggiorno dal 1998 adesso io la mia moglie e due figli abbiamo carta di soggiorno illimitata .
    Vorrei chiedere se è possibile presentare la domanda per la cittadinanza? Il problema è che entrambi abbiamo perso il lavoro e stiamo prendendo in due 1160 euro al mese.
    Possiamo chiederla o no ??? Abbiamo ancora 10 messi di mobilità io o sempre lavorato in regola anche lei.

  8. Pingback: Gregory Smith

  9. Salve.. anch’io avrei una delucidazione da chiedere.
    La mia situazione è questa: sono in Italia dal novembre 1994 con permesso di soggiorno per motivi famigliari, dopo qualche anno sono nati in Italia mio fratello e mia sorella. Mio padre residente da più di 20 anni in Italia ha chiesto la cittadinanza che poi gli venne concessa sia a lui che mia madre (fratelli compresi visto che sono minorenni). Io essendo già maggiorenne avevo fatto richiesta per la cittadinanza per motivi familiari. Sono passati i 2 anni dalla presentazione della domanda. Secondo voi ho diritto a riceverla subito o devo attendere altro tempo? Come letto in alcuni forum (qualcuno ha aspettato addirittura 5 anni per la richiesta di cittadinanza per motivi di famiglia). C’è modo di velocizzare la pratica?
    Spero di essere stato abbastanza chiaro e grazie per l’attenzione.

  10. Grazie per la risposta. Averei un altra domanda. L’appuntamento che avevo per febbraio l’ho cancellato e ho preso uno nuovo per gennaio 2016 : Quando mi recheró in prefettura servono i cud dall’ anno in cui ho preso l’appuntamento e i cud precedenti o vanno bene i cud degli anni successivi? Per esempio il cud 2014-15-16.

  11. Io ho fatto la richiesta per la cittadinanza italiana per 10 anni di residenza ininterrotta e ho appuntamento in prefettura il 2 febbraio 2015. La mia domanda è questa: posso mettere dentro i documenti anche se mi manca un CUD? Sono in possesso di 2 CUD che vanno bene per la somma.

  12. Salve vorrei una informazione allora , li spiego un pò la situazione , allora sono un ragazzo peruviano di 19 anni. Mia madre è straniera anche lei peruviana. I miei sono separati e mia madre ha un figliola di 14 mesi italiana perché il suo compagno è italiano. La mia domanda era: la mia sorella può dare la cittadinanza a mia madre e a me? Quali sono i requisiti per fare tutto questo procedimento per la cittadinanza?
    Grazie mille per la vostra attenzione!
    A presto!

  13. Buongiorno!
    Mio marito è in attesa della cittadinanza italiana per residenza da tre anni….Abbiamo già mandato via due diffide…
    1) Ora abbiamo “scoperto” che la cittadinanza è ferma, perchè il parere della prefettura era sfavorevole (2 ritiri di patente (l’ultimo nel 2008) e altro piccolo reato per aver presentato un documento falsificato 15 anni fa)
    E’ già sicuro che ci sarà un diniego per la cittadinanza o c’è speranza? Si può sistemare tutto con un avvocato?

    2) Se mio marito andasse a vivere all’estero (dopo aver già fatto abbastanza anni di residenza in Italia), perderebbe il diritto alla cittadinanza? Sarebbe rischioso? Bisogna aspettare sul territorio italiano fino ad arrivare al giuramento ecc?

    Grazie in anticipo!

    Cordiali saluti

  14. Buongiorno, avrei 2 domande.
    La prima domanda è la seguente.
    Mio padre e mia madre sono in Italia da più di 10 anni e quest’anno vogliono chiedere la cittadinanza italiana. La vogliono chiedere anche per il mio fratellino di 7 anni nato qui in Italia, a Pavia di preciso. Per adesso i miei hanno la cittadinanza ivoriana (costa d’avorio).
    Volevo sapere se devono fare una richiesta separata per ciascuna o possono fare una richiesta unica?

    La seconda domanda è la seguente.
    Io a dicembre del 2015 farò i miei dieci anni di residenza. Per adesso ho la carta di soggiorno a lungo periodo CE italiano -
    nel frattempo volevo studiare in Francia all’università.
    Volevo sapere se andando perdo tutti gli anni precedenti che ho fatto in Italia? Anche se torno ogni mese in Italia in modo da non stare fuori dall’Italia oltre i tre mesi?
    Grazie

    • Salve, Franck.
      I tuoi genitori dovrebbero richiedere separatamente anche se allo stesso momento perché ogni persona deve dare i documenti personali. Per quanto riguarda il tuo fratellino, anche lui potrà avere la cittadinanza italiana grazie a quella dei genitori perché è ancora minorenne. La sua pratica sarà correlata a quella dei genitori.
      Per la seconda domanda, non ci sarà nessun rischio soprattutto se manterrai la tua residenza in Italia. Anche se il permesso di soggiorno CE permette di vivere e lavorare in altri paesi europei, il paese base rimane quello che ha rilasciato questo tipo di permesso di soggiorno.
      Quando avrete fatto la vostra domanda, potrete controllare lo stato della vostra pratica SECONDO QUESTE INDICAZIONI: http://permessodisoggiorno.org/la-procedura-per-verificare-online-lo-stato-della-propria-domanda-di-cittadinanza/
      Rimaniamo a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti! Cordiali saluti!

  15. Salve, mi chiamo Welinton sono cittadino brasiliano sposato con cittadina italiana da 2008, e voglio chiedere la cittadinanza italiana. Ho tutti i documenti in mano, ma ho un dubbio. Io prima di essere sposato nel 2008, ho avuto un problema perché sono stato fermato dalla polizia e non ho dato le mie vere generalità , e ho avuto anche un foglio di espulsione. Sono stato denunciato dalla questura quando ho richiesto il permesso di soggiorno per matrimonio, per condanna art 13 coma 13 di cui art 495, poi ovviamente ho dovuto affidarmi a un avvocato per cercare di sistemare la mia situazione, e la mia condanna è stata patteggiata nel gennaio 2010, poi sono riuscito ad avere il permesso per 5 anni fino al 2015. Vorrei sapere se dopo avere sistemato il mio problema penale potrò chiedere la cittadinanza italiana, anche se in passato ho avuto questo tipo di condanna?

    • Salve, Welinton. Tra i documenti richiesti per avere la cittadinanza italiana, ci sono due in particolare per controllare questa situazione tua: si tratta del certificato del casellario giudiziale e del certificato dei carichi pendenti. Tramite questi documenti, l’esaminatore della pratica ha il compito di verificare il comportamento del richiedente. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-come-richiedere-il-certificato-del-casellario-giudiziale/
      Comunque, visto che stai ancora sistemando la tua vicenda giudiziaria, non si sa ancora come finirà. Sapiamo soltanto che ogni condanna influisce negativamente sulla pratica di richiesta della cittadinanza italiana perché prima di concederla devono essere sicuri che la persona a chi la danno ha una buona condotta.
      Ti facciamo tanti auguri per tutto, tienici aggiornati sulla tua vicenda. Cordiali saluti!

  16. Avrei una domanda: mia moglie, cittadina cubana avrebbe i requisiti per chiedere la cittadinanza italiana (da quasi 2 anni residente con me, cittadino italiano). Ahimè, 9 mesi fa ha conosciuto un giovanotto, se n’è innamorata e fra poche settimane le nascerà un bel figlio (del giovanotto). Sulla stato di famiglia compariranno quindi: marito italiano, moglie cubana, figlio di un altro uomo. Perde con ciò lei il diritto alla cittadinanza? E’ sufficiente solo la residenza in comune o anche la condotta a configurare la permanenza del legame matrimoniale? Grazie per la cortese risposta

    • Salve, Andrea.
      Spiacente sentire questo tradimento, ma finché siete ancora sposati legalmente lei ha diritto alla cittadinanza italiana in quanto moglie di cittadino italiano. Comunque, anche per la validità del matrimonio esiste anche l’obbligo di convivenza, però se non siete ancora divorziati lei non può contrarre un altro matrimonio e gode dei diritti che derivano dal matrimonio fino a quando questi diritti saranno revocati.
      Sperando di essere stati chiari, rimaniamo a disposizione per qualsiasi bisogno di chiarimento. Cordiali saluti!

  17. Salve potrebbe rispondere cortesemente alla 2 seconda replica “Aldo il 21/07/2014 alle 20:57 ha scritto: ”

    Grazie mille

  18. Salut. Je suis marocain et je suis marié avec une italienne depuis 2010 et j’ai le pemesso di soggiorno de 5 ans (feuille jaune) mais depuis quand j’ai pris mon permis de séjour, je vis au maroc et je ne vs pas avec ma femme parceque il n’ y a pas de travail en Italie. Je demande, est-ce que j’ai le droit de demander la nationalité italienne aprés que j’ai passé 5 ans de notre mariage et comment. Merci!

    • Salut, Toto. Oui, tu as le droit de demander la nationalité italienne, mais tu dois présenter tous les documents qui se trouvent dans cet article que tu as commenté.

  19. Bonjour, je suis né en Italie des parents étrangers mon père a passé 4 ans et ma mère 2 ans malheureusement les problèmes ont commencé après 1 ans de ma naissance. Mon père a toujours agressé ma mère alors elle est retournée en Tunisie avec moi et ils ont divorcé ici. Je veux obtenir la nationalité pour etre engagée dans l’armé italienne . Svp je veux des conseils qui peuvent m’aider dans ma situation délicate et merci .

    • Salut, Fares.

      Avant tout, ici en Italie la nationalité n’est pas automatiquement liée au fait di etre né sur le territoire italiene. Il y a beaucoup d’autres paramètres surtout quand aucun des parents n’est de nationalité italienne. Nous te conseillons donc d’exposer ton cas à l’Ambassade de l’Italie ou le Consulat italien chez vous.
      Pour d’autres info, n’hésites pas de nous contacter. A la prochaine!

  20. Ciaoo!! :)
    Mi sono appena arrivati il certificato penale e il certificato di nascita dal mio paese d’origine… e quindi farò la richiesta per la cittadinanza in questi giorni. Però ho alcuni problemi:
    1) ho il permesso di soggiorno che finisce a dicembre (quindi mi rimangono all’incirca 3 mesi)…quindi mi può essere d’impiccio questa scadenza ravvicinata del permesso di soggiorno???
    2) e un problema simile ce l’ho con mia sorella…però lei ha il passaporto (non italiano) che scade tra un anno…quindi mi può essere d’impiccio questa scadenza ravvicinata del passaporto?
    Non è che richiedono un tempo minimo di validità??
    Spero che tu mi risponda il prima possibile :D è urgente :)
    Grazie mille in anticipo!!

    • Ciao, Ali.

      Per richiedere la cittadinanza italiana bisogna anche essere in possesso d’un permesso di soggiorno in corso di validità. La durata della validità del passaporto non dovrebbe influire sulla tua pratica, ma è sempre meglio utilizzare i documenti validi. In caso di attesa prolungata della cittadinanza italiana, potrete richiedere il permesso di soggiorno per attesa cittadinanza. CLICCA QUI per sapere come averlo: http://permessodisoggiorno.org/rilascio-del-permesso-di-soggiorno-per-riacquisto-cittadinanza-italiana/
      Cordiali saluti!

      • Intanto grazie per la risposta :)
        aspe..non ho capito che cosa è il permesso di soggiorno di riacquisto cittadinanza italiana… Devo richiedere questo “permesso di soggiorno di riacquisto cittadinanza italiana” prima di fare la richiesta della cittadinanza (ti ricordo che mi sono solo arrivati documenti dal mio paese..finora non ho fatto la domanda della cittadinanza. Non ho nemmeno compilato i kit) O DOPO aver compilato i relativi kit per cittadinanza?? Scusa l’ignoranza.. ma potresti spiegarmelo come se dovessi spiegarlo ad un bambino di 10 anni XD :P

  21. ciao, ho 10 anni di residenza, vorrei chiedere la cittadinanza, ma non ho reddito. Però vivo insieme a mia sorella e mio fratello che hanno reddito, posso fare la domanda con il loro reddito. grazie

  22. Salve, ho delle domande da fare e sarei contenta se ricevo una sua risposta.
    Cosa significa nuclei familiari? io vivo con mia Zia e cugina da 6mesi, posso aggiungere il loro CUD con la mia per richiedere la cittadinanza italiana.
    Grazie

  23. Buongiorno,
    mia mamma è argentina e vive da 10 anni in Italia. Lei prende una pensione dall’Argentina che convertita vale poco più di 300 euro e risulta quindi a mio carico. Io prendo poco più di 1500 euro/mese.
    Se chiedesse la cittadinanza italiana, potrebbe anche chiedere la pensione minima?

  24. Salve, le pongo il più breve possibile il mio dubbio. Io sono cittadina albanese residente in Italia dal 2002 e sono sposata con un cittadino italiano da due mesi. Attualmente sono in possesso della carta di soggiorno illimitata. Mio marito vuole che prendo la cittadinanza italiana visto che per ogni minima richiesta che fa al lavoro ( è impiegato statale nelle forze armate) gli chiedono trentamila miei documenti. Ho letto che per richiedere la cittadinanza per matrimonio devi essere sposato da almeno due anni( ed io non lo sono) e per richiederla per residenza devi presentare il reddito negli ultimi 3 anni. Purtroppo negli ultimi 3 anni io non ho lavorato ma in tutto questo periodo sono stata nello stesso stato di famiglia del mio attuale marito. Qui nasce il mio primo dubbio: Il suo reddito è valido per la mia richiesta anche se non eravamo sposati e se si a quanto ammonta il reddito minimo da presentare?
    Inoltre, ho letto che i tempi di attesa sono anche di alcuni anni. E qui nasce un altro dubbio: mi conviene aspettare che passino i due anni e fare domanda di cittadinanza per matrimonio o i tempi di attesa non cambiano? In più, attualmente sono anche incinta e non vorrei creare problemi di documentazione a mio figlio o se comincio a fare ora la domanda, in futuro, alla nascita del bambino devo rifare altri mille documenti!!
    Grazie in anticipo, in attesa di una vostra gentile risposta, porgo i miei cordiali saluti.

    • Salve, Jorida. In Italia, si può dimostrare un reddito personale o dei familiari di primo grado per avere la cittadinanza o il permesso di soggiorno illimitato. Per il vostro caso, l’attuale tuo marito è diventato familiare di primo grado soltanto dopo il matrimonio. In Italia la convivenza in questo senso non è valida per dimostrare il reddito altrui.
      Forse ti sarebbe meglio aspettare 2 anni e richiedere la cittadinanza per matrimonio con un cittadino italiano perché in questo caso non avresti questo problema di reddito. Il bambino che nascerà sarà italiano perché il padre è italiano.

      Rimaniamo a vostra disposizione e potete anche seguirci e contattarci anche via Facebook mettendo “Mi piace” su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Grazie e cordiali saluti!

  25. Buongiorno. Sono attualmente una cittadina bulgara, ma vivo da 10 anni in Italia. Mio padre è italiano e mia mamma, bulgara, ha acquisito la cittadinanza quando si è sposata. Per mia negligenza non ho richiesto molto tempo fa la cittadinanza. Ho la possibilità di averla in breve tempo?

    Grazie

  26. Salve, i miei genitori percepiscono l’assegno sociale perché hanno dovuto sempre lavorare in nero e quindi senza contributi. Vivono da 20 anni in Italia. Volevo sapere se hanno diritto alla cittadinanza italiana.
    Grazie

    • Salve, Aldo. Purtroppo la dimostrazione d’un reddito uguale o superiore all’assegno sociale è uno dei principali requisiti per richiedere la cittadinanza italiana. Intanto, se hanno tutti gli altri requisiti, possono magari appoggiarsi a qualcuno altro della famiglia che percepisce un reddito.

  27. Buongiorno, vivo in Italia da settembre 2004 (cioè da 10 anni). La residenza legale però è stata spostata solo nel 2010.

    per tutti i 10 anni, posso dimostrare la continuità della mia permanenza (certificati universitari di frequenza obbligatoria, e poi in seguito buste paga mensili senza nessun periodo di interruzione).

    Dite che potrei presentare la richiesta con questi documenti ed una lettera d’accompagnamento?

    Grazie mille per la vostra attenzione!
    Nawfal

    • Salve, Nawfal! Ti capiamo, ma conosciamo anche delle persone che hanno presentato la domanda, ma è sta rifiutata perché non avevano compiuto gli anni di residenza. Noi ti consigliamo di aspettare per non buttare il tuo tempo e soldi. Così quando avrai tutti i requisiti potrai fare la richiesta senza problema. Comunque sei tu a decidere se provare a dimostrare la tua permanenza in Italia con altri mezzi.
      Auguri per tutto ed alla prossima!

  28. Pingback: Ecco come verificare l'avanzamento della domanda di cittadinanza

  29. Salve,
    io sono cittadina italiana e mio marito (egiziano) ha la carta di soggiorno a tempo indeterminato: vorremmo chiedere la cittadinanza per lui per matrimonio quindi volevo chiedere:
    1) I documenti che lui deve fare nel suo paese (Estratto dell’atto di nascita e Certificato penale del paese di origine) vanno fatti direttamente IN LOCO, oppure tramite l’ambasciata egiziana in Italia?

    2) Ho letto in un post sopra, che bisogna anche dimostrare di avere un reddito non inferiore all’assegno sociale. Che documenti si debbono fornire?

    grazie!!!!

    • Ciao, Myriam!

      1) Per quanto riguarda la cittadinanza italiana, tutti i documenti provenienti dall’estero devono essere, preferibilmente, tradotti e legalizzati alla rappresentanza italiana nel paesi in cui sono stati rilasciati. Per il vostro caso, all’Ambasciata italiana o Consolato italiano in Egitto.

      2) Per quanto riguarda la dimostrazione del reddito, la legge prevede di presentare le buste paga degli ultimi 3 anni, prendendo come riferimento l’assegno sociale dell’anno di riferimento. Ecco il minimo previsto per l’anno 2014: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-2014-la-vita-sta-diventando-molto-cara-in-italia-o-no/
      La dimostrazione del reddito prende in considerazione il reddito degli altri familiari conviventi.

      Auguri per questa nuova richiesta! Non esitare di contattarci per qualsiasi chiarimento!

      • Salve, volevo sapere se è necessario fare i documenti penali e giudiziari italiani per richiedere la cittadinanza, visto che ho già l’appuntamento per il 29/07/2014 oppure basta la autocertificazione.

        • Salve, Edison! Purtroppo fino ad oggi ci sono tante situazioni in cui non è permesso agli stranieri di presentare autocertificazioni. Per quanto riguarda la cittadinanza italiana, devi richiedere il certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti del tuo paese di origine. Ecco come procedere quando sono richiesti in Italia: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-come-richiedere-il-certificato-del-casellario-giudiziale/
          Tanti auguri per tutto!

          • no quelli del mio paese ce l’ho , io intendevo quelli italiani visto che fino a poco tempo fa quando mi ero andato a informare mi avevano detto che dovevo farli , invece adesso guardando sul sito del interno non ci sono piu

          • Ciao, Edison!
            Visto che stai in Italia da tanti anni, probabilmente ti chiederanno anche quei documenti italiani indicati in questo articolo che hai commentato. Si tratta, per esempio, dei documenti inerenti al lavoro ed alla situazione giudiziale, cioè il certificato del casellario giudiziale e il certificato dei carichi pendenti. Ecco come richiederli: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-come-richiedere-il-certificato-del-casellario-giudiziale/ Il primo può essere richiesto in qualsiasi Procura della Repubblica Italia, mentre il secondo deve essere richiesto esclusivamente nella procura del Tribunale dove il richiedente ha la residenza.
            Siamo sempre a disposizione per qualsiasi chiarimento! Cordiali saluti!

  30. Buongiorno! Io sono in Italia dal 2007 con contratto di lavoro però la residenza l’ho avuta nel 2009. Ho sempre lavorato fino a un anno fa quando mi sono sposata con uno cittadino italiano. Essendo mamma a una minorenne nata in Romania e che da un anno risiede legalmente in Italia e studia qua vorrei sapere se posso richiedere la cittadinanza italiana per lei e che documenti servono? Ho letto che è possibile avere la cittadinanza italiana per naturalizzazione dei genitori, l’articolo 14 della legge 91/92, nel mio caso si può? Cordiali saluti e grazie.

  31. Salve,

    sono residente in Italia, un mese fa ho presentato la domanda per la cittadinanza italiana, adesso vorrei andare all’estero per completare gli studi,
    volevo chiedere se posso andare?

    • Ciao, Mani!

      E’ vero che la richiesta di cittadinanza italiana prende tanto tempo per essere concessa, ma non è molto prudente andare all’estero lasciando sospesa questa pratica. Prima di tutto, ti possono chiamare per un eventuale chiarimento per quanto riguarda la documentazione che hai presentato, e se non ti presenti possono esserci dei problemi. Essendo all’estero, sarebbe difficile contattarti. Intanto, per la verifica dell’andamento della pratica, ti puoi servire di questa guida: http://permessodisoggiorno.org/la-procedura-per-verificare-online-lo-stato-della-propria-domanda-di-cittadinanza/
      Devi quindi essere prudente, fare una buona valutazione prima di decidere di andare. Cordiali saluti e buon tutto!

  32. Buongiorno,

    volevo chiedere cosa si intende quando si parla “essere risieduti continuativamente per dieci anni in Italia”?
    Sono arrivata in Italia dal 2007 così è iniziato a calcolare il periodo del mio permesso di soggiorno però ho fatto la domanda della residenza al comune Milano nel anno 2010. In questo caso i primi 3 anni non vengono in calcolo dei dieci anni?
    Quando sarà il più presto possibile per me di fare la domanda di naturalizzazione?

    Grazie

    • Ciao Mian,

      Quando si parla di “essere risieduti continuativamente per dieci anni in Italia”, questo significa che bisogna avere vissuto in Italia con residenza regolare per 10 anni successi. Per il tuo caso, allora la tua residenza in Italia ha avuto inizio nel 2010. Dovrai quindi aspettare fino al 2020 senza interrompere la tua residenza in Italia. Questo non significa che non puoi cambiare la residenza, ma lo devi fare sempre in Italia.

      Intanto, se non l’hai ancora fatto, puoi richiedere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Ecco come bisogna procedere: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-ce-per-soggiornanti-di-lungo-periodo/

      Sperando di essere stati chiari, rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti! Cordiali saluti!

  33. Salve, vorrei chiedere la cittadinanza. Ho gli ultimi cud così:
    2011-3000+ ma mio papa ha L’unico 9000+
    2012-5000+ mia sorella 900+ e la mamma 400+
    2013- 16000+
    Sto lavorando in questo momento.
    Posso unire insieme di questi redditi, tranne 2012 che ne ho basso i redditi? Cosa mi consiglierà?
    Aspetto la Sua risposta, grazie!

    • Ciao, Mide!
      Come hai visto in questo articolo che hai commentato, bisogna riprodurre la dimostrazione dei redditi relativa agli ultimi 3 anni. Nel caso tuo, non inserirai i redditi del 2012, allora non avrai i 3 anni richiesti.
      Per quanto riguarda gli importi, cioè somma dei redditi percepiti dal tuo nucleo familiare, tutto dipende anche dal numero dei membri della vostra famiglia. Il calcolo è uguale a quello che viene fatto al momento del ricongiungimento familiare. Guarda l’esempio di calcolo che troverai qui: http://permessodisoggiorno.org/permesso-di-soggiorno-per-ricongiungimento-familiare/

      Intanto, devi anche pensare a tutti gli altri requisiti richiesti per avere la cittadinanza italiana, perché non è solo il reddito.

      Rimaniamo a disposizione per altri chiarimenti! In bocca al lupo! Cordiali saluti!

      • Grazie per la risposta veloce. Ho tutti gli altri requisiti e siamo in 5 in famiglia. Ho i redditi per il 2012 ma era basso. Cosa ne pensa?

  34. Buongiorno,
    io mi sono laureata in Italia e adesso lavoro qui. Ho appena preso la carta di soggiorno e volevo sapere se posso fare domanda per lavorare in banca con la carta.
    Grazie
    Saluti

  35. Pingback: Vita da rifugiato: Saad aspetta la cittadinanza italiana da 5 anni!

  36. Cioa AVV,
    mi chiamo Abdi , sono asilo politico in Italia da 2006 mi manca i CUD di 2013, 2014 posso fare la domanda di cittadinanza italiana?

  37. Salve, volevo chiedere informazione, ho una mia amica che vive in El Salvador. Ha un figlio di 16 anni, lui è nato in Italia, ma dopo sono tornati al paese d’origine. Suo padre però vive in Italia, il ragazzino ha intenzione di avere la cittadinanza come può fare? Devono essere presenti i genitori qui in Italia, o basta che lui venga con una dichiarazione che è nato qui? Quanto tempo ci vuole per ottenerla. Grazie mille aspetto una sua risposta.

    • Ciao, David! Se il padre ha già avuto la cittadinanza italiana, allora può fare ricongiungimento familiare e tutta la sua famiglia avrà gli stessi documenti del padre. Per altre informazioni su ricongiungimento, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/permesso-di-soggiorno-per-ricongiungimento-familiare/

      Per richiedere la cittadinanza italiana o un altro documento di soggiorno è meglio essere in Italia, altrimenti bisogna rivolgersi all’Ambasciata Italiana o Consolato Italiano per iniziare queste pratiche.
      Fateci sapere come starà andando tutto! Cordiali saluti!

  38. Salve a tutti. Sono una cittadina Italiana sposata con un Egiziano da 10 anni. Abbiamo 2 bambini di 7 e 8 anni ma mio marito non ha ancora ottenuto la cittadinanza Italiana, richiesta circa 5 anni fa. Ora viviamo in Egitto e vorrei sapere la procedura per far si che mio marito ottenga finalmente la cittadinanza.
    Chi mi puo`aiutare? Grazie.

  39. Salve ,
    voglio presentare la domanda per la cittadinanza italiana per naturalizzazione, il problema che ho il reddito del 2008 / 2009/ 2010 e 2014.
    posso presentarla con questi redditi? dal 2010 fino al 2013 stavo facendo un corso di dottorato e non avevo reddito e so che per legge devo presentare gli ultimi 3 anni di reddito. Cosa intendono per ultimi 3 anni? 2012/2013/2014?
    grazie in anticipo .

  40. Salve. Ho fatto la richiesta della cittadinanza italiana 5 anni fa, i miei figli erano minorenni, adesso sono maggiorenni. Vorrei sapere se anche loro otterranno la cittadinanza adesso. Grazie!

  41. Buongiorno, volevo sapere per cortesia quali documenti servono per mettere in regola la mia mamma. Io sono albanese con la cittadinza italiana. In attesa di una vostra risposta, cordiali saluti.

  42. Salve,
    io ho 22 anni, sono qui da 5 anni. Mio padre ha appena preso la cittadinanza italiana.
    Voglio chiedere se posso richiederla anche io. I miei documenti sono per motivo familiare.
    Ciao ciao!

  43. Salve,
    Sono del Bangladesh, ho quasi 20 anni e sono sposata. Sono residente in italia dal 2006. Ho studiato dalla 2a media fino al terzo anno di superiori. Ho finito l’anno scorso gli studi. Adesso da settembre vorrei di nuovo studiare. Per avere la cittadinanza devo presentare anche modelli fiscali cud. Ma io non lavoro. Se continuo a studiare nel 2016 potrei fare la domanda?
    Aspetto cortesemente la vostra risposta.
    Grazie.

    • Salve, Halima! Per richiedere la cittadinanza italiana, bisogna dimostrare di percepire un reddito almeno minimo per vivere. Questo minimo viene calcolato facendo riferimento all’assegno sociale dell’anno in corso. Per quest’anno 2014, ecco il minimo di reddito che bisogna dimostrare da fonti leciti: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-2014-la-vita-sta-diventando-molto-cara-in-italia-o-no/

      Pertanto, si può anche dimostrare il reddito d’un familiare convivente. Per esempio, se tuo marito ha un reddito sufficiente, allora puoi dimostrare i suoi CUD.
      Se avrai altre domande o bisogno di chiarimento, rimaniamo a tua disposizione!

  44. Salve,

    Sono un cittadino extra UE domiciliato in Italia da Settembre 2001 e residente solo da Ottobre 2004.

    Calcolando i dieci anni di residenza avrei il diritto di fare richiesta per la cittadinanza Italiana ad Ottobre 2014. A fine Gennaio 2014 ho lasciato l’Italia e mi sono trasferito in Inghilterra per motivi familiari, ancora non ho fatto la cancellazione della residenza al comune, ma ho chiuso il rapporto di lavoro con la mia azienda il 31 Gennaio 2014.

    Avendo in mano il CUD 2014, e sperando che fino ad Ottobre in comune non mi abbiano cancellano lo storico della residenza, secondo voi posso fare la richiesta della cittadinanza? C’è qualche clausola che non me lo permette?

    Saluti,

    Mig.

    • Salve, Mig!
      Prima di tutto, devi considerare che non stai sul territorio nazionale. Se non hai il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, non devi superare 3 mesi senza rientrare in Italia. Per saperne di più, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-ce-per-soggiornanti-di-lungo-periodo/
      Per quanto riguarda la cittadinanza, oltre al CUD, ci sono gli altri requisiti che devi considerare. Ti consigliamo quindi controllare anche lo storico della residenza perché per richiedere la cittadinanza italiana bisogna anche avere una residenza. La presenza è anche importante perché bisogna rilasciare le impronte digitali personali. Dopo avere valutato tutte queste cose, allora potrai decidere se fare la richiesta o no. Se vedrai che ti mancano alcuni requisiti, allora non ti sarà sicuramente necessario buttare i tuoi soldi ed il tuo tempo. Per conoscere tutti gli altri requisiti, rileggi bene quest’articolo che hai commentato.
      Rimaniamo a tua disposizione per ulteriori chiarimenti!

  45. Salve, vivo in italia da 7 ans. Posso iniziare a chiedere la cittadinanza visto che la procedura dura 2 o 3 anni? Grazie

  46. Salve avv. volevo solo sapere il reddito minimo per poter fare la richiesta della cittadinanza? Io lavoro come colf l’anno prossimo farò la richiesta
    2012 mio reddito era 4200 perché ho partorito.
    2013 mio reddito era 5300 e quest’anno ne farò di sicuro entro 8500 e 9000 € accetteranno la mia richiesta?
    Grazie mille.

  47. Buona sera, io vivo in Italia da 22 anni ma sono senza lavoro. Ma ho una pensione d’infortunio sul lavoro di circa 250 euro mensile per tutta la vita, vorrei sapere se ho il diritto di chiedere la cittadinanza Italiana o no?

  48. Salve, mi chiamo Fernando cittadino brasiliano della provincia di Ancona …ho un dubbio: sto per avviare la richiesta di naturalizzazione, il fatto è che dopo anni di lavoro io da 3 anni non lavoro più , visto che per problemi di saluti sono invalido civile a 55 % , viviamo in appartamento di nostra proprietà, quindi non paghiamo affitto mia madre ha il suo reddito ( pensionata ) e con la pensione di reversibilità in quanto vedova. la mia domanda è ? posso usare il reddito familiare nella pratica vero ?

  49. Ciao, sono Vanes ho 25 anni sono cittadino albanese regolarmente residente in Italia da più di 10 anni (con reddito ultimi 3 anni più di 22.000E) da poco ho fatto richiesta per la cittadinanza italiana. Vivo con i miei genitori(disoccupati con più di 10 anni di residenza) e mia sorella (studentessa con più di 10 anni di residenza no reddito). La mia domanda è: se anche i miei genitori e mia sorella possono fare richiesta per la cittadinanza italiana basandosi sul mio reddito???
    Grazie!

    • Salve, Vanes! Per ogni pratica ufficiale nella pubblica amministrazione, la misura di base per sapere se il reddito è sufficiente è l’assegno sociale dell’anno in corso. Per quest’anno, ecco il minimo di reddito richiesto anche per richiedere la cittadinanza italiana: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-2014-la-vita-sta-diventando-molto-cara-in-italia-o-no/
      Visto che siete tutti maggiorenni, devi dimostrare di percepire uno stipendio equivalente o superiore a 2 volte l’assegno sociale. Altrimenti spenderete il contributo forfetario di 200 euro ognuno inutilmente con un alto rischio che la vostra richiesta possa essere rifiutata. Tutti gli altri requisiti sono elencati in quest’articolo che hai commentato.
      Se avrai altre domande o bisogno di chiarimento, rimaniamo a tua disposizione e t’invitiamo a seguirci anche su Facebook per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie sulla vita degli immigrati in Italia. Basta solo mettere “Mi piace” qui: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org
      Cordiali saluti!

  50. Salve, sono una ragazza rumena di 22 anni che risiede a Roma da 15 anni. Sono venuta in Italia grazie alla richiesta di ricongiungimento familiare e sono ancora a carico di mia madre in quanto sto frequentando l’ultimo anno di università. Vorrei fare domanda per la cittadinanza e vorrei sapere se devo presentare i documenti di dichiarazione dei redditi del mio nucleo familiare e il certificato di iscrizione all’università o se devo avere io stessa una busta paga da almeno 3 anni per risultare idonea.
    Grazie mille

  51. Salve! Mia mamma è cittadina da oltre 8 anni e lei mi ha portato qua a 15 anni e mi hanno dato il permesso di soggiorno per 5 anni dopo di che mi hanno dato la carta di soggiorno. Ho questo documento già da 2 anni: Per richiedere la cittadinanza, cosa devo fare ???

  52. Ciao, Admin!
    mi sono recato al sindacato per capire quale il reddito minimo per la cittadinanza mi hanno detto 8500 ..
    per il permesso di soggiorno sufficiente l’assegno sociale???
    Sono rimasto deluso doppio 27 anni che vivo in Italia non posso avere la cittadinanza. Che delusione???!!

  53. Salve ho 57 anni vivo in Italia dal 1987 sono separato da una cittadina italiana ho un figlio italiano di 19 anni sono disabile al 75% percepisco pensione di 6500 netto all’anno inabilità al lavoro dal 2009 rinnovo ogni 3 anni.
    Ma nel 2002 a causa dei litigi con la mia ex sono stato condannato a 4 mesi con sospensione della pena. .
    La mia domanda è: ho i requisiti di avere la cittadinanza?

    • Ciao, Omar! Generalmente la condanna che impedisce di avere alcuni diritti è quella che supera 6 mesi. Comunque questa condanna non a tuo favore anche nella richiesta della cittadinanza italiana. Quindi devi valutare tutti gli altri requisiti e poi fare una valutazione d’insieme se puoi procedere con la richiesta della cittadinanza italiana. Quest’articolo che hai commentato offre le informazioni necessarie per farlo. Per quanto riguarda il reddito, non hai problemi perché percepisci un reddito che supera l’assegno sociale per l’anno 2014. Clicca qui per leggerlo con calma: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-2014-la-vita-sta-diventando-molto-cara-in-italia-o-no/

      Cordiali saluti!

      Cordiali saluti!

  54. Buona sera,
    Volevo chiedere una informazione: io sono entrato in Italia nel 2000, quando avevo 12 anni. Mio papà ha preso la cittadinanza nel 2008 e lui ha fatto la richiesta anche per me, purtroppo in quella data io ero maggiorenne, ma i miei fratelli l’hanno avuta. Volevo chiedere se nel fare la domanda sono obbligato a presentare certificato penale del paese d’origine, o va bene anche certificazione sostitutiva, visto che nel modulo B dice che va bene con mia responsabilità.
    Attendo risposta. 1000 grazie!

  55. Buona sera!
    Desidero sapere se è vero che dopo 14 anni di residenza non va più presentato il certificato penale del paese di origine?
    Grazie in anticipo e cordiali saluti!

  56. La mia domanda è :
    Posso chiedere la cittadinanza senza l’ultimo cud di mio papà ( visto che sono ancora a suo carico ) perché è disoccupato da un’anno ?

  57. Salve!!! Da un po di giorni mio marito ha ottenuto la cittadinanza italiana per residenza. Noi siamo sposati da 6 anni e io risiedo legalmente in Italia da 5 anni. Basandomi sul art. 5 della legge sulla cittadinanza per matrimonio, io avrei il diritto di chiedere la cittadinanza se risiedo almeno da 2 anni legalmente in Italia dalla data del matrimonio. Si come io risiedo legalmente da 5 anni dal giorno del matrimonio avrei il diritto di fare la domanda subito.
    Però io vengo alla conoscenza di una circolare del ministero del interno (che tra l’altro non è pubblicato in nessuna pagina ufficiale della pubblica amministrazione) che dice che i 2 anni di residenza vengono calcolati dal momento dell’ottenimento della cittadinanza da parte di mio marito. Cosa ne pensate a riguardo? Quale devo prendere in considerazione: la legge o la circolare???? Gradirei una sua risposta ringraziandolo in anticipo

    • Salve, Alda! Il tuo caso è complesso perché tende a dimostrare le due possibilità secondo cui potresti richiedere la cittadinanza italiana. Per quanto riguarda 5 anni dopo il vostro matrimonio, sarebbe difficile per questo vale se al momento del matrimonio uno dei coniugi è già italiano.
      Invece tuo marito l’ha avuta dopo, ciò che significa che all’epoca del vostro matrimonio eravate due stranieri senza tutti i requisiti per avere la cittadinanza italiana. Visto che tuo marito è diventato cittadino italiano per residenza, allora dal momento in cui sei stata considerata come moglie d’un cittadino italiano, hai diritto alla cittadinanza italiana, devi aspettare due anni dopo la cittadinanza del tuo marito.

      Infine, Vi invitiamo a seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina per essere sempre aggiornati sulle novità in materia dell’immigrazione direttamente da qui: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Cordiali saluti!

  58. Salve, sono una cittadina italiana sposata da quattro anni con mio marito che è cubano e che risiede in Italia da cinque anni. Abbiamo più volte pensato di chiedere la cittadinanza italiana per lui, ma il nostro problema è che viviamo in una casa senza contratto grazie all’ospitalità di cari amici di famiglia.
    Le nostre residenze sono diverse io risiedo a casa comunale di mio padre in un altro comune e lui risiede a casa della sorella nel comune di Roma, ma per motivi pratici stiamo quasi sempre in questa casa dove siamo ospiti e nel week end o andiamo a casa da papà o a casa della sorella.
    La mia domanda è: per richiedere la cittadinanza dobbiamo avere la stessa residenza? Lui ha la carta di soggiorno permanente, ma per colpa della crisi non ha un reddito costante e fiscalmente è a carico mio.
    Attendo gentile risposta. Grazie!

    • Salve, Lara! Praticamente, tra i requisiti per avere la cittadinanza italiana per matrimonio non è direttamente richiesta la stessa residenza per i coniugi, ma semplicemente la residenza in Italia per il vostro caso. Per questo motivo, vi basta una dichiarazione di ospitalità comune che sarà considerata come vostro domicilio. Per questo domicilio vi potrà essere richiesto il certificato di idoneità alloggiativa che viene rilasciato dall’ufficio catasto del comune.

      Infine, Vi invitiamo a seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina per essere sempre aggiornati sulle novità in materia dell’immigrazione direttamente da qui: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Cordiali saluti!

      • Grazie mille per la risposta! Purtroppo non credo che sarà possibile fare l’ospitalità comune come domicilio visto che è saltuario. Resto dell’idea che finché non ci prendiamo una casa in affitto per conto nostro sarà difficile richiedere la cittadinanza, a meno che non spostiamo la sua residenza a casa di mio padre dove è anche la mia da sempre. Ma il mio timore è che se poi vengono i vigili e non ci trovano perché per lavoro non ci stiamo mai e anche perché, come le ho spiegato, spesso ci fermiamo a Roma…. La vedo difficile!

  59. salve!!! Da un po di giorni mio marito ha ottenuto la cittadinanza italiana per residenza. Noi siamo sposati da 6 anni e io risiedo legalmente in Italia da 5 anni. Basandomi sul art 5 della legge sulla cittadinanza per matrimonio io avrei il diritto di chiedere la cittadinanza se risiedo almeno da 2 anni legalmente in Italia dalla data del matrimonio. Si come io risiedo legalmente da 5 anni dal giorno del matrimonio avrei il diritto di fare la domanda subito.
    Però io vengo alla conoscenza di una circolare del ministero del interno (che tra l’altro non è pubblicato in nessuna pagina ufficiale della pubblica amministrazione) che dice che i 2 anni di residenza vengono calcolati dal momento dell’ottenimento della cittadinanza da parte di mio marito. Cosa ne pensate a riguardo? Quale devo prendere in considerazione: la legge o la circolare???? Come mai questa circolare non viene pubblicata sulle pagine ufficiale delle prefetture o del ministero dell’interno???? Gradirei una sua risposta ringraziandolo in anticipo.

  60. Salve, sono una cittadina italiana sposata da quattro anni con mio marito che è cubano e che risiede in Italia da cinque anni. Abbiamo più volte pensato di chiedere la cittadinanza italiana per lui, ma il nostro problema è che viviamo in una casa senza contratto grazie all’ospitalità di cari amici di famiglia.
    Le nostre residenze sono diverse io risiedo a casa comunale di mio padre in un altro comune e lui risiede a casa della sorella nel comune di Roma, ma per motivi pratici stiamo quasi sempre in questa casa dove siamo ospiti e nel week end o andiamo a casa da papà o a casa della sorella.
    La mia domanda è: per richiedere la cittadinanza dobbiamo avere la stessa residenza? Lui ha la carta di soggiorno permanente, ma per colpa della crisi non ha un reddito costante e fiscalmente è a carico mio.
    Attendo gentile risposta, grazie.

  61. Buona sera! Sono bulgara e da 8 anni sono in Italia. Ho più di 5 anni lavorativi e da 4 mesi sono sposata con un cittadino italiano. Cosa devo fare per prendere la cittadinanza italiana? Dove devo andare e chi sono i documenti che mi servono?

    • Salve, Petya! Allora per tuo caso devi richiedere il permesso di soggiorno in seguito al matrimonio contratto con un cittadino italiano. Devi preparare la documentazione inerente al vostro reddito, certificato penale del tuo paese, certificato di matrimonio, residenza, …. Per gli altri documenti richiesti, clicca qui e leggi attentamente questo link: http://permessodisoggiorno.org/come-richiedere-la-cittadinanza-italiana-quali-sono-i-requisiti/

      Se avrete bisogni di altri chiarimenti, rimaniamo sempre a vostra disposizione! Tanti auguri in tutto!

      • Ciao, mi chiamo Stefano e sono residente in Italia da 6 anni. Sono da 4 anni insieme con mia ragazza e abbiamo un figlio. No siamo sposati, da 3 mese mi figlio ancora piccole che tempo devo aspettare per fare la cittadinanza? Da subito o devo ancora aspettare? Stefano, saluti aspetto la risposta. Grazie.

  62. Buongiorno, vorrei un info su cittadinanza. Mia madre vive con me dal anno 2000 e residente senza interruzione. Per chiedere la cittadinanza mia madre (non lavora) la mantengo io, per reddito bisogna presentare il mio CUD?

  63. Salve
    Vorrei chiedervi cortesemente se riuscite a dirmi quanto deve essere l’importo d’emettere nel bollettino per fare l’aggiornamento della mia carta di soggiorno. Dovrei farlo solo perché sono passati i 5 anni nessun altra variazione…

  64. Salve,

    Io sono cittadino albanese che risiedo in Italia dal 2004. Sono venuto qua a studiare e poi sono rimasto a lavorare. Adesso sono in possesso della carta di soggiorno illimitato. Avrei una domanda riguardo alla richiesta della cittadinanza. Io sono entrato in italia il 30 agosto 2004 ed a settembre ho iniziato i studi. Solo che mi sono registrato presso l’ufficio anagrafe solamente nel 2006. Adesso a fine agosto in teoria faccio 10 anni che io risiedo in Italia, però secondo il certificato storico di residenza parte dal 2006 e quindi 8 anni. Si puo fare la richiesta di cittadinanza autocertificando i due anni precedenti oppure devo aspettare fine 2016?

    Grazie

      • Salve, Rigels! Prima di tutto ci scusiamo per questo breve ritardo nel risponderti. Tutto è dovuto a tanto lavoro ed a tante richieste d’informazioni che ci sono arrivate in questi giorni.
        Tornando alla tua domanda, leggendo bene quest’articolo che hai commentato si capisce che il calcolo degli anni viene fatto partendo da quando che si è ufficialmente residente in Italia. Appunto di richiede 10 anni di residenza e non 10 di soggiorno o domicilio in Italia.
        Ti consigliamo quindi mantenere il tuo permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo sempre aggiornato perché al momento della richiesta della cittadinanza italiana bisogna anche essere in possesso d’un permesso di soggiorno in corso di validità. Per altre informazioni su come procedere, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/aggiornamento-della-carta-di-soggiorno/

        Per altre informazioni, potete seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

        Cordiali saluti!

    • Salve, Rigels! Prima di tutto ci scusiamo per questo breve ritardo nel risponderti. Tutto è dovuto a tanto lavoro ed a tante richieste d’informazioni che ci sono arrivate in questi giorni.
      Tornando alla tua domanda, leggendo bene quest’articolo che hai commentato si capisce che il calcolo degli anni viene fatto partendo da quando che si è ufficialmente residente in Italia. Appunto di richiede 10 anni di residenza e non 10 di soggiorno o domicilio in Italia.
      Ti consigliamo quindi mantenere il tuo permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo sempre aggiornato perché al momento della richiesta della cittadinanza italiana bisogna anche essere in possesso d’un permesso di soggiorno in corso di validità. Per altre informazioni su come procedere, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/aggiornamento-della-carta-di-soggiorno/

      Per altre informazioni, potete seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Cordiali saluti!

  65. Salve, sono cittadino pakistano e volevo chiedere: sto per presentare la richiesta per la cittadinanza italiana. Mi sono procurato i documenti necessari per la cittadinanza, ma ancora adesso ho un dubbio. Volevo semplicemente chiedere se assieme ai vari documenti bisogna necessariamente allegare la fotocopia del passaporto del paese di origine o se basta solo un qualsiasi documento di identità? GRAZIE in anticipo

  66. Salve, sono una studentessa albanese, vivo regolarmente in Italia da 8 anni per motivi di ricongiungimento familiare. So che fra 2 anni posso richiedere la cittadinanza italiana ma volevo qualche ulteriore chiarimento. Visto che ancora vado all’università, quando dovrò richiedere la cittadinanza devo avere un lavoro? Ultima, se io prendo la cittadinanza allora mio marito, anche lui albanese (con permesso di soggorno preso a gennaio 2014) potrà anche lui richiederla, se si, fra quanto tempo? Grazie in anticipo

  67. Salve mi chiamo Stefano. Sono nato a Roma nel 1973 da genitori misti (mia madre e’ inglese, mio padre italiano). Fino a 27 anni ho avuto la doppia cittadinanza avendo poi dovuto scegliere quella britannica in quanto nonostante lavorassi all’estero con tanto di permesso di lavoro, un errore di comunicazione tra il consulato italiano in Inghilterra e la Questura di Roma mi fece decidere di rinunciare alla cittadinanza italiana. Era il 2000 o giu’ di li’. Dal 2008 sono di nuovo residente in Italia. La mia domanda e’: quanto nato in Italia da padre italiano nonostante la mia rinuncia, potrei mai riottenere la cittadinanza italiana? Visto che ho ricevuto informazioni contrastanti tra loro, un po’ piu’ di chiarezza mi aiuterebbe a capire se ci sono i presupposti di riaquisire la cittadinanza oppure no. La ringrazio anticipatamente per la vostra cordiale risposta. Grazie. S

  68. Ciao. Sto cercando da un bel po sul internet informazione e non trovo niente. Per favore spiegatemi una cosa. Io sono moldava e sto in Italia con permesso di soggiorno. Mia madre sposata con italiano da 4 anni e da un anno ha preso la cittadinanza italiana. Domanda: Io ho 26 anni, posso in qualche modo prendere la cittadinanza italiana perché mia madre pure l’ha?

  69. Ciao, sono Calderon io sono arrivato nel 1999 però ho preso il documento nel 2006. Ho un figlio nato qua da 11 anni. Posso chiedere la cittadinanza?

  70. Salve, sono un cittadino italiano sposato dal settembre 2009 con una Peruviana, mia moglie vive In Italia dal 2010 (per ricongiungimento familiare) con scadenza di permesso di soggiorno nel 2015, abbiamo una bambina di 2 anni (anch’essa Italiana). Abbiamo fatto richiesta di cittadinanza nel settembre 2013 pratica già inviata. Domanda: se entro marzo 2015 non arriva la cittadinanza mia moglie deve rinnovare il permesso di soggiorno?

    • Salve, Salvatore!

      Abbiamo ben capito la vostra domanda ed hai fatto bene cominciare a pensare come aggiornare il permesso di soggiorno di tua moglie in anticipo, nonostante abbiate già richiesto la cittadinanza italiana per lei.
      Sarà meglio evitare che lei rimanesse irregolare con i documenti di soggiorno in attesa della cittadinanza. Quindi, se vedrete che, a due mesi della necessità di aggiornamento del permesso di soggiorno, non le avranno ancora concesso la cittadinanza, bisognerà richiedere l’aggiornamento seguendo queste istruzioni: http://permessodisoggiorno.org/aggiornamento-della-carta-di-soggiorno/

      Se avrete bisogna di altri chiarimenti, rimaniamo a vostra disposizione!
      Per altre informazioni, potete seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Vi aspettiamo!

  71. Salve,
    sono una cittadina macedone con permesso di soggiorno per lungo periodo CE da agosto 2013. Sono in Italia da agosto 2004 per motivi di studio, dopo di che mi sono laureata e ho continuato con il lavoro. Ho la mia residenza ufficiale in Italia dal 2009, prima di quello era considerato come un domicilio. Volevo chiedere, gentilmente, visto che quest’anno a agosto faccio 10 anni di residenza (considerando il mio primo permesso di soggiorno e non residenza ufficiale), se posso tranquillamente fare la domanda di cittadinanza italiana?!
    Spero di essere stata chiara. Grazie mille in anticipo.

  72. SALVE, mi chiamo Constantin e sono rumeno. Ho 2 figli nati in Italia. Uno ha più di 5 anni e l’altro ha 4 anni. vorrei sapere come e quando i miei figli possono aver la cittadinanza italiana.

  73. Buonasera avvocato , sono una ragazza cinese ho quasi 22 anni e sono in Italia dal 1997 due anni fa ho cercato di fare la domanda per la cittadinanza italiana ma per vari motivi non mi è stata accolta , adesso ho tutti i documenti pronti e validi , volevo chiederle se il contributo che ho versato di €200 e’ ancora valido o lo devo ripagare ?
    In attesa di un’amica Sua risposta la ringrazio !

    • Salve Ruizhen,

      se la tua pratica è già stata archiviata, allora hai perso anche il contributo che hai dato, visto che sono già passati 2 anni. Per questo motivo, devi provvedere a pagare un altro contributo, ma, visto che per quanto riguarda i rimborsi le prefetture si comportano diversamente, ti consigliamo di contattare la tua prefettura per chiedere se hai optato per rimborsarti il contributo che avevi dato nonostante il rifiuto della tua pratica.

      Per altre informazioni, potete seguirci anche su FACEBOOK mettendo “Mi piace” su questa nostra pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Cordiali saluti ed alla prossima!

  74. Buongiorno,
    Sono cittadina rumena, residente da 5 anni in Italia e ho un figlio nato in Italia. Il padre del mio figlio è extracomunitario ma vorrebbe rimanere e lavorare in Italia. Può ottenere un permesso di soggiorno per lavoro (senza sposarci) visto che suo figlio è nato in Italia? Tipo un ricongiungimento familiare fatto dal figlio al padre anche se il figlio ha solo 2 anni. Grazie mille!

  75. Ciao, sono residente in Italia dal 1991. Dal 2002 -2005 ho avuto censimento della residenza. Ho fatto la domanda della cittadinanza nel 2013 e la prefettura mi ha risposto che ho avuto censimento e devo rifare nel 2015. Cosa devo fare?

  76. Io vorrei la cittadinanza italiana. Ho fatto più di dieci anni in ITALIA, ma sono stato tre anni anni senza lavoro. E per ciò non posso avere il CUD ed il modello 730. Mio fratello ha ottenuto la cittadinanza italiana e lavora sempre. Chiedo se posso fare la richiesta della cittadinanza, pressantando il suo cud che supera 12000 euro ogni anno. Grazie!

    • Salve, Modou!
      Per rimanere in Italia, ogni straniero deve dimostrare di essere in possesso di una fonte di reddito che gli aiuterà a vivere in Italia senza tuttavia dover fare ricorso agli aiuti sociali. Per questo motivo, quanto bisogna richiedere i documenti che permettono una lunga permanenza in Italia, uno dei principali requisiti è il CUD o modello 730 personale o d’un altro convivente. Questo convivente di solito deve firmare e dichiarare che di prenderà l’incarico di aiutare economicamente il richiedente garantendo almeno un minimo equivalente all’assegno sociale. Per altri dettagli e chiarimenti, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-quanti-soldi-servono-per-restare-in-italia/

      Questo requisito o criterio va aggiunto agli altri criteri come la permanenza in Italia richiesta per il motivo per cui si sta richiedendo la cittadinanza italiana.
      Ti consigliamo quindi essere molto prudente di prima di fare la domanda e di controllare tutti i requisiti descritti in questo articolo che hai commentato.

      Tanti auguri in tutto!

  77. Sono una marocchina di 29 anni sposata con marocchino. Ho 6 anni di residenza legale in italia e mia mamma ha avuto la cittadinanza per matrimonio. Volevo sapere se ho il diritto di fare la domanda come diritto di sangue (se lei può darmi la cittadinanza) aiutattemi grazie.

    • Salve Farida, secondo la legge attuale, puoi richiedere la cittadinanza italiana se hai uno o tutti i genitori che hanno la cittadinanza italiana. Le legge non specifica quale tipo di cittadinanza deve avere uno o tutti i genitori.
      Partendo da questo, secondo il nostro parere, puoi preparare tutti gli altri documenti richiesti e fare la richiesta. Se nel frattempo ne sapremo qualcosa, ti faremo sapere!

      In bocca al lupo!

  78. Salve! Io vorrei chiedere se ce una soluzione per me. Ho lavorato 8 anni, ho tutti i cud degli anni percedenti, ma ho un problema. Con questa crisi, la ditta dove lavoravo no pagava più. Mi sono trovato senza lavoro, però ho 10 anni di residenza ma gli ultimi cud 2012 e 2013 no li ho.
    C’è una soluzione? Grazie mille!

  79. Salve, ho tutti i requisiti per diventare cittadino italiano… il mio unico dubbio al momento e se serve o meno anche un contratto di lavoro a tempo indeterminato ?
    Grazie

  80. Sono cittadina italiana dal novembre 2009, ho partita Iva e attività in Italia , ho i figli maggiorenni che lavorano e abitano in Russia e vorrebbero rimanere in Russia, Vorrei sapere , se possono ottenere la cittadinanza italiana.

    • Salve Olga,

      per avere la cittadinanza italiana, il richiedente deve essere sul territorio italiano per le firme, esame della lingua e cultura italiana, … insomma deve avere tutti i requisiti al momento dell’invio della richiesta della cittadinanza italiana.

      Vi consigliamo, prima di tutto, di fare il ricongiungimento familiare e poi, una volta arrivati in Italia, potranno richiedere la cittadinanza italiana secondo quanto previsto dalla legge. Per sapere come fare il ricongiungimento familiare, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/permesso-di-soggiorno-per-ricongiungimento-familiare/

      Se avrete bisogno di altre informazioni o chiarimenti, non dubitare di contattarci!

      Tanti auguri!

  81. Sono una marocchina di 29 anni sposata con marocchino. Ho 6 anni di residenza legale in italia e mia mamma ha avuto la cittadinanza per matrimonio. Volevo sapere se ho il diritto di fare la domanda come diritto di sangue (se lei può darmi la cittadinanza). Grazie!

  82. Buonasera,

    io sono soggiornante in Italia da 12 anni e ad ottobre mi è scaduto il permesso di soggiorno (motivo lavoro subordinato).
    Premessa: lavoro da 4 anni, contratto lavorativo in corso a tempo determinato (gennaio scade per poi riprendere a marzo), studentessa universitaria, mio padre cittadino italiano da 1 anno, io 12 anni di residenza in Italia.
    Oggi mi hanno dato appuntamento il 12 marzo 2014 per il rinnovo o meglio la richiesta di rilascio carta di soggiorno.
    Volevo sapere se nel frattempo io potevo comunque fare richiesta di cittadinanza italiana in quanto ho quasi pronta la documentazione occorrente proveniente dal mio paese(Albania).
    Poiché dopo tre mesi dalla scadenza del titolo di soggiorno lo straniero risulta irregolare sul territorio italiano volevo sapere se potevo fare lo stesso la richiesta di cittadinanza, magari presentando il foglio di appuntamento o quanto altro.

    Vi sarei grata della vostra gentile attenzione.

    • Salve Suada,

      la tua domanda è chiara. Si capisce anche la necessità della cittadinanza italiana perché ci risolve tanti problemi, ma ti consigliamo di fare la richiesta quando avrai tutti i documenti pronti, così non rischierai di spendere i soldi pagando quando previsto per ogni richiesta. Se non hai altra fretta, sarebbe meglio richiedere la cittadinanza dopo il mese di marzo perché, se tutto va bene, avrai un permesso di soggiorno in corso di validità ed un contratto di lavoro almeno con più di un mese perché devi anche dimostrare che hai un reddito non inferiore all’assegno sociale. Per saperne di più, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-quanti-soldi-servono-per-restare-in-italia/

      Potresti fare la domanda con il foglio dell’appuntamento, ma questo non garantisce che la questura abbia accettato di rinnovarti il permesso di soggiorno, ciò che può rallentare la tua pratica ed eventuale rifiuto.

      Se hai ancora altre domande, contattaci quando vuoi, seguendoci anche su Facebook su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org !

      Ti facciamo tantissimi auguri in tutto e buona attesa!

  83. Salve,
    sono un cittadino brasiliano e vivo in Italia da 14 anni regolarmente con carta di soggiorno a tempo indeterminato. Vorrei fare la richiesta per la cittadinanza italiana, però negli ultimi 4 anni non riesco a trovare lavoro fisso, per via della crisi e lavoro saltuariamente… perciò la dichiarazione dei redditi degli ultimi 3 anni magari non saranno sufficiente per presentare la domanda della cittadinanza, potrei tentare comunque di fare la richiesta? O ci sarebbe un modo per risanare il reddito dei questi ultimi 3 anni?
    In attesa della risposta la ringrazio anticipatamente!

    • Salve Edson,

      la tua domanda è comprensibile ed è comune in questo tempo di crisi. Per quanto riguarda, la certificato dei redditi, la legge permette che venga anche considerato il reddito del familiare convivente e tutto viene fatto su misura uguale al minimo dell’assegno sociale. Per sapere quanti soldi servono per vivere in Italia, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-quanti-soldi-servono-per-restare-in-italia/

      Se vedrai che non hai tutti i requisiti, ti consigliamo di non fare la richiesta inutilmente perché in questo modo pagherai tutte le spese inutilmente e quando la pratica è stata respinta, la prossima volta il percentuale della tolleranza è basso, ciò che può implicare un altro rifiuto.

      Ti consigliamo di stare attento, magari tenere la tua carta di soggiorno sempre aggiornata in attesa di avere tutti i requisiti per richiedere la cittadinanza italiana!

      Cordiali saluti!

  84. Quindi posso dedurre che gli anni di residenza con permesso di studio valgono come anni di residenza per chiedere la cittadinanza giusto ??
    solo che ora bisogna avere un permesso di lavoro e un reddito ??
    Ho letto da qualche parte che bisogna mostrare i redditi degli ultimi 3 anni, significa che oltre a questi 10 anni passati a studiare bisogna lavorare per altri 3 anni per poter fare richiesta di cittadinanza :) ??
    Ho provato a chiedere in questura ma come sapete meglio di me, li e’ l’ultimo posto in cui ti danno delle risposte :D

  85. grazie mille per la vostra risposta.
    ma alla mia domanda se gli anni di residenza per studio valgono come anni di residenza per chiedere la cittadinanza non ho avuto risposta, o non ho capito io la vostra risposta.
    servira un permesso di soggiorno per motivi di lavoro per chiedere la cittadinanza o cosa esattamente :) ??

    • Ciao Alan,
      chiediamo scusa se la nostra risposta non è stata chiara. Forse abbiamo dimenticato che gli anni di residenza non sono l’unico requisito per avere la cittadinanza. In più, davvero con il permesso di soggiorno per studio non si può perché bisogna pure avere un permesso che dà possibilità di vivere in Italia senza autonomamente. Ti consigliamo, se hai ancora qualche dubbio, di chiedere delle informazioni direttamente presso la vostra questura o la vostra prefettura, servizio immigrazione!

      Cordiali saluti ed a presto!

  86. Salve,
    anzittuto vorrei ringraziare chi ha ideato questo sito, per la disponibilita, la gentilezza, e per l’aiuto.
    arrivo alla mia domanda, vivo in italia da quasi 10 anni dove ho avuto sempre la residenza e il permesso di soggiorno per motivi di studio, e volevo chiedere se 10 anni di residenza con permesso per motivi di studio contano per poter chiedere la cittadinanza italiana per residenza.

    Vi ringrazio anticipatamente

    • Salve Alan, prima di tutto ti ringraziamo per questa gratitudine. Abbiamo ideato questo sito perché abbiamo sofferto lo stesso problema di tutti gli stranieri in Italia.
      Prima di tutto, la tua domanda è chiara ed è comprensibile. Fino adesso non c’è la legge che vieta di avere la cittadinanza, ma il permesso di soggiorno per motivi di soggiorno in sé è limitato nel tempo perché si presuppone che dopo gli studi lo studente deve tornare nel suo paese di origine o fare la conversione del suo permesso di soggiorno da motivo di studio a motivo di lavoro. Ecco come si fa: http://permessodisoggiorno.org/la-procedura-di-conversione-del-permesso-di-soggiorno-da-studio-a-lavoro/
      In questo modo, sarà possibile dimostrare di avere i messi sufficienti per vivere autonomamente senza dipendere dagli aiuti dello Stato. Almeno, bisogna dimostrare di avere un reddito almeno equivalente all’assegno sociale. Ecco i dettagli: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-quanti-soldi-servono-per-restare-in-italia/

      Ti consigliamo quindi di valutare tutti i requisiti e, preferibilmente, fare la conversione del tuo permesso di soggiorno per studio a motivo di lavoro per dare credibilità ai tuoi mezzi di sostentamento. Altrimenti rischieresti di vedere la tua pratica rifiutata.

      Se avrai altre domande o richieste di chiarimenti, siamo sempre a vostra disposizione!

      Tanti auguri in tutto!

  87. Grazie mille, siete stati molto precisi! Domani mi presento nell’ ufficio anagrafe e nel caso vi farò sapere, spero che vada tutto bene! Grazie di nuovo!!
    Saluti,
    Victoria.

  88. Pingback: Permesso di soggiorno per riacquisto cittadinanza italiana

  89. Salve,
    Sono Argentina e da un mese mi é scaduto il permesso di soggiorno per studio perché certamente ho finito i miei studi. Mio bisnonno era italiano, ci siamo informati e abbiato cercato tutti i documenti della vita civile perche io possa chiedere in Italia la cittadinanza (invece che in Argentina, dato che ho già fatto la mia residenza qua).
    Ieri mi sono arrivati i documenti dall’Argentina via posta, ma ho visto un pò su internet e mi sono spaventata per il fatto che deva avere il soggiorno in regola. Veramente non l’ho aggiornato perché tutti mi dicevano che quando uno fa il tramite della cittadinanza ti chiedono di rifare il soggiorno con motivo “in attesa di cittadianza” quindi ho pensato: perché farlo due volte?
    Mi potrebbe spiegare gentilmente come mi devo comportare? Un’altra cosa, mi potrebbe dire se anche in caso di richiesta di cittadinanza per isu sanquinis uno deva anche farsi avere il documento penale (non mi ricordo il nome)?
    Grazie mille Avv!

  90. salve,

    Sono una ragazza di 28 anni extracomunitaria, regolarmente soggiornante in Italia dal 1999. Sono venuta in Italia quando avevo 14 anni per il ricongiungimento familiare poiché mio padre vive in Italia da 1990.

    Mi chiedevo data la mia tenera eta nel momento dell’ingresso si potrebbe evitare (Certificato penale del paese di origine). anche perché mio padre quando era andato in polizia del mio paese d’origine i poliziotti gli avevano chiesto una barca di soldi per velocizzare il processo, altrimenti i tempi si allungano anche di anni ; a questo punto mio padre anche per una questione di principio ha lasciato perdere l’ottenimento del certificato penale e quindi anche a rinunciare alla cittadinanza Italiana, ma io vorrei tanto avere la cittadinanza italiana in quanto ho frequentato le scuole medie e superiori e ora sto frequentando l’università.

    • Ciao Madhu,

      Il certificato penale del paese di origine è uno dei documenti necessari per avere la cittadinanza italiana. Sia per il tuo caso, sia per quello di tuo padre, se non siete riusciti ad averlo personalmente, vi consigliamo di richiederlo anche tramite la vostra ambasciata in Italia. Forse dovrete pagare qualche somma per la spedizione in Italia, ma non è come la somma che vi è stata richiesta dalla polizia del vostro paese.

      Sperando di essere stati utili, vi auguriamo ogni bene!

      Per essere sempre aggiornati, potete seguirci anche su Facebook semplicemente mettendo un “Mi piace” su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

  91. SALVE,HO LA RESIDENZA DAL 97,ADESSO NON HO UN LAVORO.VORREI SAPERE SE POSSO CHIEDERE LA CITTADINANZA,SE POSSIBILE QUALI SONO I DOCUMENTI DA PORTARE?.
    GRAZIE.

    • Salve Fallou,

      purtroppo tra i requisiti per avere la cittadinanza italiana per residenza sul territorio italiano, ci sta anche la dichiarazione dei Redditi relative ai 3 anni antecedenti la presentazione della domanda, come lo vedi quest’articolo qui sopra.
      Ti consigliamo quindi di valutare tutti i requisiti che troverai qui sopra, così potrai decidere se vale la pena fare la richiesta per la cittadinanza o meno. I requisiti variano secondo il motivo per cui si richiede la cittadinanza italiana.

      Ti auguriamo ogni bene!

  92. Ciao,volevo avere chiarimenti circa l’acquisizione della cittadinanza tramite matrimonio,mi spiego meglio: ho 25 anni, sposato con un italiano. Ho diritto solo per questo ad avere cittadinanza o devo avere altri requisiti,tipo economici, penali?

    • Salve Ahmed,

      se hai letto bene quest’articolo che hai commentato, per avere la cittadinanza italiana per matrimonio bisogna anche essere senza pendenti penali e dimostrare di avere un reddito non inferiore all’assegno sociale. Questo reddito va calcolata non soltanto in base al guadagno del richiedente, ma anche di tutta la sua famiglia. Per saperne di più su quanti soldi richiesti ai stranieri di stare e vivere legalmente in Italia, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/assegno-sociale-quanti-soldi-servono-per-restare-in-italia/

      Se avrai altre domande o richieste di chiarimenti, non esitare di contattarci. Puoi seguirci anche su Facebook per essere sempre aggiornato su questo tema. Basta un solo “Mi piace” su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Cordiali saluti!

  93. SALVE!VORREI CHIEDERE,COME SONO VENUTO IN ITALIA A 9 SETTEMBRE 2006 CON VISTO PER STUDIARE E FATTO PER RICHIESTA DI CODICE FISCALE,PERO’ DOPO PERSO MIEI DOCUMENTI E RIMASTO CLANDESTINO,NON PARLAVO ITALIANO E NON SAPEVO COSA PER FARE.PERO’ ADESSO C L’HO TUTTI DOCUMENTI.POSSO FARE RICHIESTA PER CITTADINANZA IN 2016?
    I

  94. Pingback: Come richiedere il certificato del casellario giudiziale

  95. salve, sono sposato con donna nigeriana dal 2005, volevo sapere per richiedere il certificato penale ( posso fare autocertificazione ) come e’ specificato su alcuni moduli di richiesta cittadinanza?

  96. Buongiorno, gentilmente volevo sapere se posso chiedere la cittadinanza, io sono del Ecuador mi sono sposato con una donna italiana il 25/04/2012 abbiamo avuto un figlio che ha un anno e 4 messi. Grazie

    • Salve Oscar, come forse l’hai letto in quest’articolo, se avete la residenza in Italia, allora puoi richiedere la cittadinanza italiana, visto che hai superato 6 mesi dopo il matrimonio. Se invece avete la residenza all’estero, allora dovete ancora aspettare di avere almeno 3 anni dopo il matrimonio. Clicca qui per sapere tutto sulla cittadinanza italiana e su come averla.

      Siamo a tua disposizione se avrai altre domande o richieste di chiarimenti.

      Tanti auguri in tutto!

  97. salve, ma le persone straniere invalide civili hanno diritto di avere la cittadinanza italiana? E spero l’invalidi non hanno tante cose da portare da paese origine.

    • Fino adesso non c’è la legge che da la cittadinanza agli invalidi solo per il fatto di essere invalidi civili. Anche loro devono seguire le indicazioni che troverai leggendo attentamente tutto il contenuto di quest’articolo. Fai attenzione a tutti i requisiti.

      Per avere altre informazioni, Bìbasta un sono “Mi Piace” su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

  98. SALVE, ho 23 anni e vivo in Italia da piu di otto anni e ho la carta soggiorno illimitata, mio papa riceverà la cittadinanza a giorni, la mia domanda è devo aspettare altri 2 anni per chiedere la cittadinanza e aspettare altri 5 per i tempi amministrativi o ce un altro modo per chiederlo? visto che ho urgentemente bisogno di farmi il passaporto UE per motivi di lavoro..GRAZIE

    • Ciao Diana, in pratica dovresti aspettare 5 anni dopo che tuo padre avrà ottenuto la cittadinanza italiana per poterla richiedere perché già maggiorenne. Visto che compierai i 10 anni di residenza, forse sarà meglio cominciare a richiederla tra due anni. Ti facciamo tantissimi auguri in tutto. Facci sapere come andrà, magari veniamo nella tua festa quando ti conferiranno la cittadinanza italiana. A presto!

  99. buon giorno mi chiamo betzabe, vivo en italia da 13 anni volevo sapere come fare il permesso di soggiorno a mia madre che ha settenta anni e vive al ecuador. siccome convivo con un uomo italiano e ho una figlia di 3 anni e vorrei portarla a sua nonna.
    Grazie.

    • Salve Betzabe, per potere invitare tua madre in Italia, devi dimostrare di essere regolarmente soggiornante in Italia, di avere l’autosufficienza economica e la necessità per lei (tua madre) di vivere vicino a te. In questo modo, allora una volta che lei sarà in Italia potrete richiedere il permesso di soggiorno per motivi familiari tramite ricongiungimento familiare. Per sapere come bisogna procedere e quali sono i requisiti per avere questo tipo di permesso di soggiorno, clicca su questo link: http://permessodisoggiorno.org/permesso-di-soggiorno-per-ricongiungimento-familiare/

      Se avrete altre domande o dubbi, siamo sempre a vostra disposizione!

      Potete seguirci anche su FACEBOOK. Basta mettere “Mi Piace” su questa pagina: https://www.facebook.com/permessodisoggiorno.org

      Tanti auguri per la tua mamma e cordiali saluti alla vostra famiglia!

  100. Salve, ma quali sono documenti che devo avere in mano per avere la cittadinanza italilana, se sono invalido civile per sampre, da 2006. Graze

  101. Ho richiesto al cittadinanza italiana quattro anni fa, ma non mi è mai arrivata nessuna lettera dalla Prefettura con il numero di protocollo della pratica. Cosa devo fare ? Grazie

    • Salve Adelajde, davvero 4 anni sono tanti. Se hai qualche documento che attesti che hai richiesto la cittadinanza italiana tramite la vostra Prefettura, puoi andare direttamente all’Ufficio Immigrazione della Prefettura per chiedere perché la lettera non ti è mai arrivata. Loro dovrebbero essere in grado di verificare lo stato della tua richiesta perché la Prefettura è anche l’Ufficio Territoriale del Governo. Noi non siamo in grado di fare questa verifica.

      Ti facciamo tanti auguri e buona attesa!

  102. salve, sto preparando i documenti per la cittadinanaza. sono sposata da 10 anni e vivo in italia dal 1995. volevo sapere come tradurre il certificato di nascità (già legalizzato con apostilla ) e certificato penale (legalizzato anche questo) . si può fare la traduzione giurata in tribunale? chi lo può fare? solo traduttori iscritto nll’albo o anche traduttori semplici. grazie mille

  103. Salve ,sono Fabiola una cittadina peruviana ,ho dieci anni in Italia a ottobre .sono arrivata regolarmente con un contrato di lavoro ,ma la residenza l,avevo fatto un anno dopo.Allora il mio dubio e devo aspettare ancora un anno per richiedere la cittadinanza o pure no?
    Grazie

  104. Salve, sono una cittadina ecuadoregna con residenza in Italia dal 2006, adesso ho una carta di soggiorno che scade nel 2016, il primo permesso di soggiorno lo ho avuto presentando la cessione fabbricato nel 2004. La domanda è, per chiedere la cittadinanza posso avvalermi degli anni ufficiali di permanenza in Italia con la cessione cioè al 2014? o devo per forza aspettare a compiere quelli di residenza nel 2016?
    La ringrazio in anticipo, Ana

    • Salve Ana, di solito gli anni vengono calcolati partendo da quando uno è ufficialmente soggiornante in Italia, ma tutto dipende del primo motivo d’ingresso in Italia. Se il primo motivo d’ingresso in Italia non era ufficiale, allora conviene contare partendo da quando si ha chiesto la residenza. Comunque bisogno sempre mantenere la stessa data, cioè non dare alla questura due date diverse.

      Se avrai altre domande, non esitare di contattarci! Cordiali saluti!

  105. Salve sono in Italia da 12 anni sono venuta quando avevo 13 anni. Non ho a uno problemi con la legge nel mio paese d’origine Nigeria devo per forza presentare il certificato penale? Siccome ero così piccola quando sono immigrata.

    • Ciao Joy, come lo vedi in quest’articolo, purtroppo la legge italiana non lascia nessuna eccezione per quanto riguarda la presentazione del certificato penale. Occorre quindi chiedere ai genitori di aiutarti per avere questo documento che deve essere presentato per ottenere la cittadinanza italiana.

      Ci impegniamo a contattare chi è di diritto per sapere se questa eccezione può essere fatta. Ma fino adesso non abbiamo nessuna informazione ufficiale.

      Rimaniamo disposizione per ulteriori chiarimenti! A presto!

  106. Salve,
    Io sono una cittadina Bulgara,sono residente in Italia dal 2007,lavoro legalmente a tempo indeterminato dal dicembre 2007. Vorrei sapere se ho diritto alla cittadinanza italiana.
    Nel vostro articolo ho letto che “per i cittadini degli Stati appartenenti alla Comunità Europea il periodo fissato dalla legge è di quattro anni”.Mi potreste spiegare in quali casi questo è valido? considerando che Bulgaria è uno stato appartenente all’Unione Europea dal 1°gennaio 2007.

    • Salve Sonia, questo è valido se sei interessata ad avere anche la cittadinanza italiana. Altrimenti puoi vivere e lavorare in Italia senza problema perché il vostro paese (Bulgaria) appartiene all’Unione Europea. Buon lavoro e buona permanenza in Italia!

  107. Salve, avvocato! Io sono cittadina colombiana di 24 anni con regolare CARTA DI SOGGIORNO FAMILIARE CITTADINO U.E
    Mia madre è regolarmente sposata in italia con un italiano insieme hanno avuto un figlio nato in italia.
    Mia madre ha già sbrigato tutte le pratiche ed è in procinto di ricevere la cittadinanza italiana.
    Se mia madre e suo marito decidessero di trasferirsi in spagna per lavoro, io come dovrei comportarmi per avere la cittadinanza italiana visto che vorrei rimanere qui? ne ho il diritto visto che mia madre ha già la cittadinanza anche se viviamo in posti diversi?
    E in che uffici dovrei andare per sbrigare tutte le pratiche? grazie infinite.

    • Salve Janet, non ci hai detto un cosa importante per poterti rispondere bene: da quanti anni che sei in Italia? Comunque, anche se tua madre dovrà andare in Spagna per motivo di lavoro, ci andrà come cittadina italiana perché avrà già la cittadinanza italiana. Tutti i cittadini dell’Unione Europea possono lavorare in altri paesi dell’Unione senza problema. Basterà seguire le leggi spagnole in materia d’immigrazione.

      Visto che sei già maggiorenne, per avere la cittadinanza italiana dovrai aspettare 5 anni di permanenza in Italia dopo il giuramento di tua madre. Ma, se nel frattempo sposerai un cittadino italiano, allora potrai iniziare la richiesta della cittadinanza anche prima dei 5 anni.

      La domanda andrà indirizzata al Presidente della Repubblica tramite l’Ufficio Cittadinanza della vostra prefettura.

      Sperando di essere stati chiari, rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

  108. salve devo chiedere la cittadinanza italiana per mia moglie (sposati da 17 anni) le traduzioni dei documenti chi può farli chiunque?

  109. Salve
    volevo chieder se con un permesso di soggiorno per motivi di lavoro,ovvero subordinato potevo chiedere la cittadinanza.
    premesso che a gennaio 2013 farò 10 anni di residenza in italia.

  110. salve io vorrei fare la richiesta per la cittadinanza italiana dato che sono 20 anni che vivo in italia…per la cittadinanza chiedono il certificato penale del paese di origine,però io mi sono chiesto essendo 20 anni che sono in italia e avevo 4 anni quando so emigrato questo certificato puo servire lo stesso..attendo al piu presto una vostra risposta grazie mille artur

  111. Buongiorno,
    volevo chiedere un chiarimento sull’acquisizione della cittadinanza italiana per la naturalizzazione. In particolare, volevo sapere se l’uscita dall’Italia(pur mantenendo una carta di soggiorno illimitata) per un periodo di 11 mesi per motivi turistico-lavorativi, possa aver inciso negativamente sul requisito della residenza continuativa legale di 10 anni.
    Altrettanto volevo sapere se i redditi prodotti e dichiarati all’Estero durante questi 11 mesi possono essere presentati per soddisfare il requisito del sostentamento?
    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


6 × = dodici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA PERSONALIZZATA ENTRO POCHE ORE?


Scegli il tipo di assistenza desiderata
Nome e cognome
Email o telefono