Diritto all’assistenza sanitaria anche ai lavoratori stranieri in attesa di regolarizzazione

Articolo letto 2094 volte!

In tanti dei nostri articoli abbiamo parlato della sanatoria 2012 o regolarizzazione 2012 che riguardava tutti i lavoratori stranieri che lavoravano senza permesso di soggiorno abilitante al lavoro. Fino adesso, a distanza di quasi più di tanti anni, sono ancora tantissimi i lavoratori che hanno presentato la richiesta di regolarizzazione, hanno pagato il contributo forfetario di 1000,00 euro, ma non sanno ancora l’esito della loro richiesta.

Tessera sanitaria: Medico di base anche ai lavoratori stranieri in regolarizzazione per la sanatoria

Era all’inizio del mese di settembre 2013 quando il Governo guidato da Enrico Letta ha dato la possibilità di richiedere il permesso di soggiorno per attesa occupazione a tutti coloro che, mentre aspettano l’esito della loro richiesta di regolarizzazione, perderanno lavoro prima di ottenere il permesso di soggiorno che hanno richiesto. Lo stesso Governo ha concesso a questi lavoratori in attesa di regolarizzazione la possibilità di richiedere la tessera sanitaria per avere diritto alle cure mediche ed alla scelta del medico di base.

Come richiedere la tessera sanitaria?

Medico di base anche ai lavoratori stranieri in regolarizzazione per la sanatoriaGrazie all’accordo siglato tra il Ministero dell’Interno, Ministero della Salute e l’Agenzia delle Entrate, ogni lavoratore che ha fatto richiesta di emersione durante la sanatoria 2012 potrà andare all’ufficio dell’Azienda Sanitaria Locale (Asl) del comune dove ha la residenza portando con sé, oltre ai documenti di identità anche la ricevuta rilasciata al momento della spedizione della richiesta di regolarizzazione. L’operatore dello sportello procederà all’iscrizione del lavoratore al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) ed ad assegnargli un medico di base, conosciuto come medico di famiglia.

Annuncio:

Al momento dell’iscrizione, bisognerà utilizzare il codice fiscale composto da 11 cifre rilasciato al momento della spedizione della richiesta di regolarizzazione. Chi non avesse questo codice fiscale lo può richiedere all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate più vicino. In attesa della tessera sanitaria vera e propria, al lavoratore verrò rilasciato un certificato sostitutivo della tessera sanitaria.

Spetta ad ognuno di noi condividere questa notizia con gli altri che ne hanno bisogno per che anche loro possano beneficiare dell’assistenza sanitaria di cui tutti abbiamo bisogno per vivere bene.

Clicca qui per scaricare la circolare del Ministero. 

Articolo letto 2094 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.