Ci sarà il decreto flussi per badanti e colf? Ecco la risposta di Matteo Salvini

Articolo letto 18994 volte!

VUOI 15€ INVIANDO I SOLDI A CASA, A UN AMICO O PARENTE? PROVA QUI ADESSO

inviare i soldi con Worldremit

I deputati hanno chiesto al Ministero dell’Interno Matteo Salvini cosa pensa sulla regolarizzazione del lavoro domestico svolto dalle badanti, baby-sitter e colf, ma lui non ha convinto nessuno. Il Ministro è rimasto sulla sua posizione politica dicendo che il lavoro domestico potrebbe anche essere svolto dai cittadini italiani se fosse ben retribuito. La nostra domanda è questa: perché non regolamentare questa categoria di lavoratori che hanno un ruolo importante per le famiglie italiane e renderlo accettabile anche dai cittadini italiani? Ecco la sua risposta rispondendo alla Deputata Lisa Noja del Partito Democratico:





Quindi, secondo il ministro Matteo Salvini, non c’è speranza per coloro che svolgono il lavoro domestico tra cui colf, badanti e baby sitter senza regolare permesso di soggiorno, nonostante la disponibilità dei datori di lavoro di volerli “mettere in regola”. Il decreto flussi 2018 non ha considerato questa categoria di lavoro domestico. Gli ultimi lavoratori domestici sono statati regolarizzari nel 2012 quando c’era ancora Mario Monti come presidente del consiglio dei ministri.

Il lavoro domestico svolto dalle badanti, colf e baby sitter senza permesso di soggiorno in Italia e pagato poco

Vi terremo aggiornati se ci saranno altre informazioni utili in materia del decreto flussi e della regolarizzazione dei tanti immigrati che vivono in Italia senza un regolare permesso di soggiorno. Seguiteci anche su FACEBOOK sulla pagina Permesso di soggiorno per aver tante informazioni ed assistenza in poco tempo condividendo diverse esperienze con gli altri.

Annuncio:



HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli il tipo di assistenza desiderata
Nome e cognome
Email o telefono

Articolo letto 18994 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.