Regolarizzazione: centomila ancora in attesa, bocciato uno su tre

Articolo letto 6908 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Tanti sono gli stranieri che hanno presentato la richiesta di essere regolarizzati nell’ultima sanatoria del 2012. Secondo il sito stranieriinitalia.it, sono stati firmati finora ventitremila contratti e altrettante richieste di permesso di soggiorno, ma ci sono anche tredicimila rigetti. Ma la stragrande maggioranza degli invisibili non sa ancora come andrà a finire.

La maratona della regolarizzazione è arrivata al traguardo per oltre trentacinquemila lavoratori immigrati e per altrettante famiglie o aziende che li occupavano in nero. In un caso su tre, però, è finita male.

Da tempo non si puntano i riflettori sul destino delle 134 mila domande presentate tra il 15 settembre e il 15 ottobre scorso, per rientrare nell’emersione varata dal  governo Monti, sui mandato del Parlamento, prima dell’entrata in vigore delle pene più severe per chi impiega lavoratori stranieri irregolari. Eppure, centomila invisibili sono ancora in attesa.

Flussi 2012: inizio preparazione delle richieste

Gli immigrati vogliono sapere se potranno finalmente uscire alla luce del sole, scoprire se dopo anni di “nero” potranno firmare un contratto vero e mettersi in tasca un permesso di soggiorno, senza più temere, ogni volta che incrociano una divisa o un lampeggiante, di essere rimandati in patria con un’espulsione. Ma anche i loro datori di lavoro vorrebbero tirare un sospiro di sollievo all’idea di essere in regola, senza più rischiare multe salate e fino a tre anni di reclusione.


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.