Alcune caratteristiche del nuovo permesso di soggiorno per protezione speciale

Articolo letto 3872 volte!

HAI BISOGNO D'INVIARE I SOLDI A CASA, A UN AMICO O PARENTE? TI INVITIAMO AD USARE WORLDREMIT PER PAGARE POCO 100% SICURO. CLICCA QUI :

inviare i soldi con Worldremit

In seguito alla necessità di modificare i decreti sicurezza voluti dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, il nuovo decreto immigrazione ha chiarito le caratteristiche del permesso di soggiorno per protezione speciale che, possiamo dire, sostituisce il vecchio permesso di soggiorno che veniva rilasciato per motivo di protezione umanitaria. Vediamo insieme le principali caretistiche di questo nuovo permesso di soggiorno.

In primo luogo vengono ampliati i casi in cui non sarà possibile fare l’espulsione o respingimento dello straniero che si trova sul territorio italiano senza regolare visto d’ingresso o permesso di soggiorno in corso di validità. Questi divieti sono anche previsti dall’articolo 19 Dlgs n. 286/1998, cioè il Testo Unico sull’Immigrazione). A meno che lo straniero sia evidentemente pericoloso per la sicurezza pubblica, nei seguenti casi l’espulsione e il respingimento dello straniero sono vietati senza avere valutato la sua domanda:

  • Rischio di tortura o trattamento inumano e degradante nel paese di origine: questo è il primo caso tipico in cui viene rilasciato il permesso di soggiorno per protezione speciale.
  • Esistenza di violazioni sistematiche e gravi dei diritti umani nel paese di origine. In questo caso, lo Stato Italiano deve rispettare gli obblighi costituzionali ed internazionali che ha firmato. Lo troviamo anche nell’art.5 del Testo Unico sull’Immigrazione. Sono i casi in cui prima veniva rilasciato il permesso di soggiorno per motivi umanitari, ma attualmente viene rilasciato il permesso di soggiorno per protezione speciale.
  • Per garantire il diritto alla vita privata e familiare dello straniero in Italia. Anche in questo caso lo straniero non deve aver problemi con la sicurezza pubblica in modo che anche lo stato italiano possa garantirgli la protezione e la salute nel rispetto della Convenzione di Ginevra e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.
INPS offre un sostegno alle famiglie di lavoratori stranieri in Italia con regolare permesso di soggiorno
Fotografo: ANDREA DELBO

Annuncio:




Come sapere se esiste veramente una violazione al diritto alla vita privata e familiare?

Per valutare se il richiedente ha diritto alla protezione per salvaguardare la sua vita privata e familiare, la Commissione territoriale competente deve verificare l’esistenza dei seguenti elementi:

  1. Inserimento sociale
  2. Vincoli familiari
  3. Durata del soggiorno in Italia,
  4. Esistenza dei legami familiari, sociali e culturali con il paese di origine

Se c’è violazione, anche in mancanza dei requisiti per concedere o riconoscere la protezione internazionale, allora la commissione territoriale può chiedere alla questura di rilasciare il permesso di soggiorno per protezione speciale.

  • Per quanto riguarda la salute, il nuovo decreto legge sull’immigrazione prevede anche il divieto di allontanamento od espulsione in caso di “gravi condizioni psico-fisiche o derivanti da gravi patologie“.

Ricordiamo, infine, che il permesso di soggiorno per protezione speciale permette di svolgere attività lavorative ed è convertibile in permesso di soggiorno per motivo di lavoro subordinato o autonomo se ci sono i requisiti. La stessa conversione è possibile per i seguenti tipi di permesso di soggiorno che troverai in questo video:

 

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli il tipo di assistenza desiderata
Nome e cognome
Email o telefono

VUOI VIAGGIARE? ECCO ALCUNE OFFERTE PER TE

Booking.com

Articolo letto 3872 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.