LE PRIME CONSEGUENZE DEL MANCATO AGGIORNAMENTO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO UE DI LUNGO PERIODO

Articolo letto 1235 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Recentemente vi abbiamo parlato della notizia che circolava inerente alla scadenza del formato cartaceo delle carte di soggiorno rilasciati fino a poco fa spesso quando si trattava del movito familiare. Vi abbiamo anche parlato dell’aggiornamento del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, specialmente dandovi alcuni chiarimenti sulla data di scadenza. Se non hai seguito queste informazioni al momento della loro pubblicazione, ti invitiamo a seguire attentamente le spiegazioni riassunte in questo video qui sotto:

In quest’articolo torniamo sulle prime conseguenze di questo mancato aggiornamento del permesso di soggiorno e lo faremo con un esempio concreto di una delle persone che ci ha contattato per una consulenza personalizzata che anche tu puoi chiedere cliccando direttamente qui per avere una risposta veloce. Non indicheremo la sua identità (nome e cognome) per la sua sicurezza e privacy, ma cercheremo di rapportare qui la sua storia perché quanto accaduto a lui potrebbe accadere anche a te. Segui attentamente.

Questa persona ci hanno contattato prima di inviarci i documenti di cui parleremo in seguito con questo messaggio:

Buongiorno Ho chiesto alla questura di fare la mia carta di soggiorno aggiornata, ma mi chiede lo stato di famiglia di e residenza recente. Ho una casa a mio nome, ma il mio comune mi chiede la nuova carta di soggiorno perché la mia carta attuale non è valida per richiedere il certificato di residenza. Grazie

Per capire bene questa storia, vi presentiamo la carta di soggiorno di cui si parla in questo messaggio. Si tratta del permesso di soggiorno UE ( CE) per soggiornanti di lungo periodo, che viene abusivamente chiamato carta di soggiorno. Guarda l’immagine qui sotto.

Carta di soggiorno o permesso di soggiorno di lungo periodo CE illimitato rilasciato il 16 maggio 2012

Come lo vedete, questo permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo è stato rilasciato il 16 maggio 2012, cioè quasi 11 anni fa. All’epoca di usava ancora la dicitura CE adesso si usa UE. Quando abbiamo pubblicato il video che hai visto qui sopra, questa persona ha pensato di fare l’aggiornamento perché il nuovo regolamento del 10 gennaio 2021 prevede che non soltanto la scadenza illimitata diventa di 10 anni rinnovabile, ma anche che i permessi di soggiorno rilasciati da oltre 10 anni non sono più validi per l’attestazione di regolare soggiorno nel territorio dello Stato italiano.

Fatta questa premessa, vediamo in dettaglio cosa è successo alla persona che ci ha mandato questo messaggio che vi abbiamo presentato qui sopra:

  1. Per aggiornare il permesso di soggiorno l’ufficio immigrazione della questura di Padova ha chiesto il certificato contestuale stato di famiglia e residenza recente.
  2. Quando questa persona è andata al comune che chiedere questi documenti, l’ufficio anagrafe gli ha detto che questo permesso di soggiorno non è più valido ( perché rilasciato oltre 10 anni fa) per dare diritto al rilascio del certificato di residenza ed ha dato le motivazioni che vi presentiamo in seguito.
Rifiuto questura accoglimento dellistanza di aggiornamento del permesso di soggiorno perché manca il certificato di famiglia e la residenza recente
Estratto del rifiuto della questura di aggiornare il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

Annuncio:



Risposta e le argomentazioni del comune che ha rifiutato di rilasciare il certificato contestuale di stato di famiglia e residenza recente

In seguito vi presentiamo tutta la lettera del comune al momento di rifiutare la richiesta di rilascio di alcuni documenti richiesti dalla questura per aggiornare il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo:

Al Signor….
Oggetto: Dichiarazione di residenza anagrafica in …. Comunicazione di irricevibilità.

In riferimento alla Sua richiesta di informazioni relative alla presentazione di dichiarazione di residenza in questo Comune, vista la documentazione esibita in visione;

Considerato che:
la verifica e la regolarità del soggiorno dei Cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea, di cui al D.Lg.vo n. 286/1998, precede, per Legge, l’iscrizione anagrafica:
dall’01.02.2022, data di entrata in vigore della Legge 23 dicembre 2021, n. 238, i Permessi di Soggiorno per Soggiornanti di Lungo Periodo-CE rilasciati da oltre dieci anni non sono più validi per l’attestazione del regolare soggiorno nel territorio dello Stato italiano:
– l’iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri extracomunitari può essere effettuata, nelle more del rinnovo del permesso di soggiorno, a condizione che la domanda di rinnovo sia stata presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso;
– dalla documentazione esibita si rileva che il Suo permesso di soggiorno è stato rilasciato da oltre 10 anni (data di rilascio: 16-05-2012) e pertanto non è più valido per comprovare il regolare soggiorno nel territorio dello Stato italiano, la richiesta di rinnovo è stata presentata in data 24-09-2022, quindi oltre i sessanta giorni dalla scadenza del documento previsti dalla Legge per procedere alla richiesta di rinnovo:

si comunica:

come già ampiamente e dettagliatamente spiegato da questo Ufficio Anagrafe, sia al momento dell’iniziale richiesta di informazioni sulle modalità di presentazione della dichiarazione e dei documenti necessari per l’avvio del procedimento di iscrizione anagrafica, che in svariati successivi contatti telefonici),
che la dichiarazione di residenza di cui trattasi è IRRICEVIBILE per la seguente motivazione: mancanza di regolare titolo di soggiorno, requisito obbligatorio per la ricevibilità della dichiarazione.

La dichiarazione non può pertanto essere presa in carico ed il procedimento di iscrizione anagrafica non può essere avviato.
La dichiarazione di residenza potrà essere presentata quando la S.V. sarà in possesso di un regolare titolo di soggiorno: il procedimento potrà essere avviato al ricevimento di nuova dichiarazione, compilata in modo completo con i dati ed i documenti obbligatori per legge (se si intende presentarla a mano presso l’Ufficio Anagrafe, sarà possibile solo previo appuntamento da concordarsi con l’Ufficio stesso, come già comunicato alla S.V. in precedenti occasioni e come avviene con tutti gli altri cittadini).

Si precisa che le dichiarazioni irricevibili perchè mancanti dei requisiti essenziali previsti dalla legge non possono essere prese in carico e non è prevista alcuna comunicazione da parte dell’Ufficio interessato in quanto le stesse sono da considerarsi come mai pervenute.

Con l’occasione si fa inoltre presente che:
– la S.V. è stata cancellata dall’Anagrafe della popolazione residente per irreperibilità in data 14-03-2007 da parte del Comune dove ha avuto la sua ultima iscrizione anagrafica nel territorio italiano;
– risulta che da tale data la S.V. non abbia ottemperato all’obbligo previsto dall’art. 13 del D.P.R. 223/1989 di presentare regolare dichiarazione di trasferimento di residenza all’Ufficiale d’Anagrafe del Comune ove abbia stabilito la sua dimora abituale, da rendersi entro venti giorni dalla data in cui si sono verificati i fatti.
– risulta non aver quindi ottemperato all’obbligo di rinnovare la dichiarazione di dimora abituale e di presentare il permesso di soggiorno all’Ufficiale d’Anagrafe del Comune di dimora abituale entro sessanta giorni dal rilascio el o rinnovo del permesso di soggiorno medesimo; la mancata dichiarazione di dimora abituale e la mancata esibizione del permesso di soggiorno rinnovato, comportano la cancellazione dall’Anagrafe della popolazione.

L’UFFICIALE D’ANAGRAFE, Istruttore amministrativo direttivo G.S.
Riferimenti normativi:

Legge 24 dicembre 1954 n.1228
D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223
Legge n. 241/1990
Circolare Istat serie B n.29/1992
Direttiva Min. Int. 5/08/2006 e Circolare Min. Int. n. 42 del 17/11/2006
Direttiva Min. Int. 20/02/2007 e Circolare Min. Int. n. 16 del 2/4/2007
Direttiva Min. Int. 21/02/2007
Circolari Min. Int. n. 32 del 13/6/2007, n. 52 del 28/09/2000, n. 43 del 2/8/2007 e n. 14 del 31/10/2008
Circolare Min. Int. n.9 del 27 aprile 2012
D.Lgs. n. 142/2015 Legge n.238/2021

Come lo vedi la situazione non è semplice perché l’Ufficiale d’Anagrafe ha preso una decisione molto difficile nei confronti di questo cittadino. I nostri consigli durante la consulenza si sono orientati sulla raccolta delle prove e sulle possibilità di riuscire a convivere alla questura di accettare la richiesta di aggiornamento del permesso di soggiorno CE di lungo periodo, altrimenti non si esce mai da questa situazione.

Infine, ricordiamo che anche coloro che hanno la carta di soggiorno per familiari italiani o UE in formato cartaceo devono fare l’aggiornamento entro il 03 agosto 2023. Altre spiegazioni sono in questo video:

E tu, quale la tua situazione? Se hai bisogno di aiuto non esitare di contattarci direttamente cliccando qui per scegliere la consulenza speciale desiderata.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli l'assistenza desiderata:
Nome e cognome:
Email o Telefono/Whatsapp:

Articolo letto 1235 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.