CARTA DI SOGGIORNO PER FAMILIARE STRANIERO DI CITTADINO ITALIANO O UE: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUL PASSAGGIO AL FORMATO ELETTRONICO E LA SCADENZA DEL FORMATO CARTACEO

Articolo letto 1510 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Nelle precedenti pubblicazioni vi abbiamo spiegato il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. Vi abbiamo anche parlato della differenza tra la carta di soggiorno e questo permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. Tante persone ci hanno chiesto di darvi altre informazioni specialmente sulla carta di soggiorno che viene rilasciata agli stranieri che vivono con gli italiani o cittadini membri dell’Unione Europea.

I requisiti per avere la carta di soggiorno per cittadino italiano o membro dell'Unione Europea e la scadenza del formato cartateo
<em>A breve questo formato cartaceo non avrà più valore In seguito vi spieghiamo quando e come fare adesso<em>

La carta di soggiorno è un documento che autorizza una persona straniera a vivere e a lavorare legalmente in Italia. Il familiare straniero di un cittadino italiano o di un cittadino dell’UE può richiedere la carta di soggiorno per poter vivere con il proprio congiunto in Italia anche per oltre 90 giorni o 3 mesi.

Per richiedere la carta di soggiorno, il familiare straniero deve prima di tutto essere entrato legalmente in Italia con un visto adeguato. Dopo l’ingresso, il familiare straniero ha 8 giorni di tempo per presentare la richiesta di carta di soggiorno presso la Questura. È importante notare che la richiesta deve essere presentata dal familiare straniero in persona, anche se deve utilizzare la documentazione del suo congiunto come vedre tra poco.

La documentazione necessaria per la richiesta della carta di soggiorno include:

  • Passaporto in corso di validità e copia delle pagine che contengono i dati personali e i visti precedenti.
  • Modulo di richiesta compilato e firmato.
  • Marca da bollo da € 16,00
  • Versamento di euro 30,46 per la produzione del formato elettronico da pagare mediante bollettino di conto corrente postale premarcato disponibile presso gli Uffici Postali con all’interno il servizio “Sportello Amico”
  • Due fotografie recenti formato tessera.
  • Prova di residenza in Italia, ad esempio un contratto di affitto o una dichiarazione dell’ospite.
  • Prova del legame familiare con il cittadino italiano o comunitario UE, ad esempio un certificato di matrimonio o una dichiarazione sostitutiva di atto notorio.
  • Prova della sussistenza dei mezzi economici necessari per il proprio sostentamento e quello del proprio congiunto in Italia, ad esempio un contratto di lavoro o una dichiarazione dei redditi.
  • Prova della copertura assicurativa sanitaria valida per tutto il periodo di soggiorno in Italia.

Una volta presentata la richiesta, il familiare straniero dovrà attendere l’evolversi del procedimento. La Questura esaminerà la documentazione presentata e, se necessario, potrà richiedere ulteriori informazioni o documenti. Se ha utilizzato il kit postale per inviare la domanda per avere la carta di soggiorno, verrà rilasciata una ricevuta con cui è possibile lavorare in attesa della carta di soggiorno o controllare online lo stato di avanzamento della pratica seguendo le indicazioni raggiungibili cliccando qui.

Quale è la validità della carta di soggiorno per familiare straniero di cittadino italiano o comunitario?

Una volta che la richiesta è stata accettata, la Questura emetterà la carta di soggiorno, che sarà valida per un periodo di 5 anni per il primo rilascio e per minori di 18 anni. La sua durata diventa di 10 anni per chi ha acquisito lo status di soggiornante permante in Italia. Nella prassi quotidiana, certe volte questa durata è di circa 2 anni. Questo capita spesso quando i redditi presentanti non sono sufficienti. La carta di soggiorno può essere rinnovata prima della scadenza, a condizione che il familiare straniero soddisfi ancora i requisiti per la sua emissione.

Annuncio:



La carta di soggiorno è un documento importante per il familiare straniero di un cittadino italiano o di un cittadino dell’UE che desidera vivere e lavorare in Italia. Con la carta di soggiorno, il familiare straniero può godere dei diritti e delle opportunità offerte dalla vita in Italia, incluso l’accesso all’educazione, alla sanità e al mercato del lavoro.

Quale è il formato della carta di soggiorno per il familiare straniero di un cittadino italiano o di un cittadino dell’UE in Italia?

Fino poco tempo fa, veniva rilasciata una carta di soggiorno in formato cartaceo, come un foglio A4. Ma, per applicare il Regolamento Europeo, l’Italia è stata richiamata a cambiare questo formato. Secono le informazioni che troviamo anche in diverse questure come la questura diTorino e la questura di Biella, questo formato manterrà la sua validità fino al massimo il 03 agosto 2023. Questa scadenza del formato cartaceo della carta di soggiorno obbliga tutti coloro che l’hanno a fare l’aggiornamento il più presto possibile prima di quella data.

Con l’entrata in vigore del regolamento (UE) 2019/1157 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019 sono state introdotte nuove regole di sicurezza per i titoli di soggiorno rilasciati ai cittadini dell’Unione e ai loro familiari che esercitano il diritto di libera circolazione.

Nuova carta di soggiorno per cittadino italiano o comunitario UE che diventa di durata di 10 anni con lo status di soggiornante permanente
<em>Carta di soggiorno per familiare italiano o UE di durata di 10 anni con lo status di soggiornante permanente<em>

A partire dal 2 AGOSTO 2021, la carta di soggiorno per i familiari del cittadino italiano o comunitario è rilasciata soltanto in formato elettronico. Per questo motivo il formato carteo potrebbe non essere accettata come forma di identificazione da alcune autorità o istituzioni.

La carta di soggiorno per il familiare straniero di un cittadino italiano o di un cittadino dell’UE in Italia è ormai un documento in formato tessera, simile a una carta di identità. La carta di soggiorno contiene informazioni sul titolare, tra cui nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, nazionalità e fotografia. Inoltre, la carta di soggiorno include informazioni sul tipo e sulla durata del soggiorno autorizzato in Italia, nonché sulle condizioni e sulle restrizioni del soggiorno. La carta di soggiorno è ormai un documento elettronico sicuro e incorpora tecnologie avanzate per prevenire la contraffazione e garantire l’autenticità del documento.

Per questo motivo, si consiglia a coloro che detengono ancora una carta di soggiorno cartacea di considerare l’aggiornamento o la conversione del documento in formato elettronico, soprattutto se hanno previsto di viaggiare all’interno dell’UE o di richiedere servizi che richiedono la presentazione di un documento di identità valido. Questa conversione potrebbe essere necessaria se, per esempio, non ci sono più i requisiti che hanno portanto al suo rilascio. In questo caso si valuta un altro tipo di permesso di soggiorno che si potrebbe chiedere. L’esempio concreto potrebbe essere il caso di coloro che hanno già divorziato.

Alcuni riferimenti normativi o fonti sulla carta di soggiorno per familiare di cittadino italiano o di cittadino dell’UE in Italia

Queste fonti normative che vi diamo qui sotto forniscono un quadro giuridico per la carta di soggiorno per il familiare straniero di un cittadino italiano o di un cittadino dell’UE in Italia e definiscono i diritti e le responsabilità connessi all’ottenimento e all’utilizzo di questo documento.

  1. Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) – Questo decreto legislativo definisce le norme e le procedure per la regolamentazione dell’immigrazione e la disciplina della condizione giuridica dello straniero in Italia, tra cui la richiesta e la concessione della carta di soggiorno.
  2. Regolamento (UE) n. 1030/2002 del 13 giugno 2002 recante la determinazione delle modalità di attuazione del Regolamento (CE) n. 910/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la sicurezza dei documenti d’identità e di viaggio a supporto del visto di lunga durata-type e delle carte di soggiorno per familiari di cittadini dell’Unione e la loro sostituzione. Questo regolamento stabilisce le norme per la sicurezza dei documenti d’identità e di viaggio per i familiari dei cittadini dell’UE e la loro sostituzione, inclusa la carta di soggiorno per familiari di cittadini dell’UE.
  3. Direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri. Questa direttiva definisce i diritti dei cittadini dell’UE e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente all’interno dell’UE e stabilisce le condizioni per la concessione della carta di soggiorno ai familiari di cittadini dell’UE.
  4. Il Regolamento (UE) n. 1157 del 20 giugno 2021 è un atto giuridico dell’Unione Europea che riguarda il riconoscimento dei diritti di soggiorno e di circolazione dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari all’interno dell’UE. Questo regolamento mira a semplificare e armonizzare le norme che regolano il soggiorno e la circolazione dei cittadini dell’UE e dei loro familiari all’interno dell’UE, garantendo un trattamento equo e uniforme a livello europeo.

Sperando che queste informazioni vi possano essere utili, rimaniamo a vostra disposizione per ogni bisogno di assistenza o consulenza in poco tempo per darvi chiarimenti e consigli che si adeguano alla vostra situazione concreta.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli l'assistenza desiderata:
Nome e cognome:
Email o Telefono/Whatsapp:

Articolo letto 1510 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.