IL CLICK DAY DEL 18 MARZO (MOD. B2020): ISTRUZIONI E REQUISITI

Articolo letto 542 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Recentemente vi abbiamo parlato della programmazione triennale del decreto flussi 2023 – 2025. Il 18 marzo è un giorno importante per coloro che intendono presentare istanze di lavoro subordinato non stagionale secondo quanto stabilito dall’articolo 6, comma 3, lettera a e b del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (D.P.C.M.) del 27 settembre 2023, noto come Mod. B2020. A partire dalle ore 9 di questa data, sarà possibile presentare le richieste di nulla osta per i lavoratori provenienti dai Paesi con i quali l’Italia ha accordi o intese di cooperazione in materia migratoria. Vediamo i dettagli qui sotto.

Clic day o click day del Decreto flussi per ottenere il nulla osta per chiedere il visto per vivere e lavorare in Italia con il permesso di soggiorno

I paesi che hanno firmato accordo di cooperazione migratoria con l’Italia

Tra i Paesi inclusi in questa lista troviamo Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Corea del Sud, Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Filippine, Gambia, Georgia, Ghana, Giappone, Giordania, Guatemala, India, Kirghizistan, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Perù, Repubblica di Macedonia del Nord, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia e Ucraina. È importante notare che dal primo aprile 2024 entrerà in vigore l’Accordo di Partenariato su mobilità e migrazione con l’India, sottoscritto il 2 novembre 2023. Ne abbiamo parlato anche in questo video del nostro canale su YouTube:

I settori di attività che faranno il click day dal 18 marzo 2024

Il Click Day del 18 marzo riguarderà specificamente i seguenti settori occupazionali: autotrasporto merci per conto terzi e trasporto passeggeri con autobus, edilizia, turistico-alberghiero, meccanica, telecomunicazioni, alimentare, cantieristica navale, pesca, acconciatori, elettricisti e idraulici. Per questi settori di lavoro subordinato non stagionale, sono previste 61.250 quote. Se vuoi conoscere le date dei click days degli altri settori che ti interessanto, clicca qui.

Annuncio:



Prima di procedere con le istanze, il datore di lavoro deve assicurarsi, tramite il Centro per l’Impiego competente, che non vi siano altri lavoratori sul territorio nazionale idonei a ricoprire la mansione richiesta. Tale verifica deve essere effettuata secondo le modalità indicate nel Modulo predisposto dall’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL). IMPORTANTE: Se la domanda era già presentata nel 2023 e non era stata accolta per mancanza di quote, il datore di lavoro la può presentare ancora utilizzando la stessa certificazione se non ci sono variazioni. La stessa cosa vale anche per l’asseverazione.

Quale è il reddito che bisogna avere per partecipare al decreto flussi 2024 nei settori ammessi sopra indicati?

Inoltre, è importante notare che il reddito imponibile, nel caso di persona fisica/Impresa Individuale, o il fatturato, nel caso di enti e società, non può essere inferiore a € 30.000,00 annui, come specificato nelle circolari INL n. 3 del 5 luglio 2022 e 2066 del 21 marzo 2023.

Il Click Day del 18 marzo 2024 rappresenta quindi un’opportunità cruciale per coloro che cercano di assicurarsi lavoratori qualificati nei settori specificati, rispettando le normative e le procedure stabilite. Se hai bisogno di altri chiarimenti, non esitare a contattarci scegliendo l’una delle opzioni di assistenza e consulenza che troverai qui.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli l'assistenza desiderata:
Nome e cognome:
Email o Telefono/Whatsapp:

Articolo letto 542 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.