10 NOVITÀ DEL DECRETO AIUTI 4: TANTA ENERGIA, VERSO L’ADDIO AI BONUS ALLA CITTADINANZA

Articolo letto 86 volte!

In questi giorni tante persone stanno aspettando il bonus deve arrivare alle diverse categorie nel mese di novembre 2022. Vista le difficoltà economiche in seguito alle conseguenze dell’inflazione, tanti cittadini speravano di avere un altro bonus che li aiuterà anche durante le festività di fine anno, ma il Decreto Aiuti Quater (4 in latino) approvato dal Consiglio dei Ministri promette la conferma di alcune misure economiche e ne introduce alcune novità che abbiamo riassunto nei seguenti 10 punti.

Visto che questo Decreto Aiuti 4 non proproga il bonus da 150€ introdotto dal governo di Mario Draghi, ricordiamo alcune categoria che lo hanno ricevuto o lo riceveranno in questo mese di novembre 2022. Guada bene questo video e lascia il tuo commento sotto il video e ti risponderemo.

Vediamo adesso le 10 principali novità o proroghe contenute nel Decreto Aiuti 4, che ormai viene chiamato decreto energia perché ha come primo obiettivo il contrasto del caro-energia a cui il Governo di Giorgia Meloni ha destinato 9.1 miliardi di euro.

  1. Possibilità di pagare le bollette a rate per le imprese, non per i semplici cittadini.
  2. Soglia pagamento in contante a 5.000€, invece dei 2000€ attuali che dovevano scendere a 1000 euro da gennaio 2023.
  3. Proroga crediti d’imposta fino a fine 2023 e sconto o accise sul costo della benzina.
  4. Premi aziendali senza tasse fino 3000€ invece dei 600€ attuali. Questo significa che un’azienda che decide di dare un aiuto ai suoi dipendenti direttamente in busta paga lo potrà fare senza pagarci le tasse. Questo viene chiamato “fringe benefit“.
  5. Sblocco trivelle per aumentare la produzione dell’energia, nonostante l’opposizione di alcuni cittadini che lo giudicano causa dei “danni devastanti per turismo e ambiente.”
  6. Revisione del superbonus dal 110% a 90% con la possibilità anche di includere alcuni progetti che erano esclusi, tra cui ville e condomini e progetti unifamiliari. Secondo Ilsole24ore.com, oltre al criterio Isee la bozza del provvedimento prevede anche il vincolo del quoziente familiare per accedere al Superbonus.
  7. L’unico bonus ancora esistente è quello di 50€ per le aziende che acquistano registratore di cassa telematica.
  8. Esenzione IMU, se i proprietari sono anche gestori, per gli immobili dello spettacolo. Si tratta per esempio dei cinema, teatri, sala di concerti etc.
  9. Esenzione di imposta a popolazioni colpite da eventi calamitosi come il terremoto, inondazioni, etc.
  10. Ai Gestori di Servizi di Energia (GSE) viene concesso più tempo per acquistare, stoccare e rivendere a prezzi calmierati.

Annuncio:



Come era stato detto da Giorgia Meloni, questo decreto conferma la volontà dell’attuale governo di dire addio ai diversi bonus che hanno accompagnato i cittadini in questi ultimi anni molto difficili. Tra i requisiti, per gli immigrati c’era sempre il possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità per tutti coloro che non hanno ancora ottenuto la cittadinanza italiana. Gli altri requisiti per tanti bonus erano quasi sempre gli stessi. In questo decreto aiuti quater o 4 non viene confermato il bonus da 150 euro bis che tanti giornali avevano annunciato alcune settimane fa.

Fonti principali: ansa.it e Ministero Economia e Finanza

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli il tipo di assistenza desiderata
Nome e cognome
Email o telefono

Articolo letto 86 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.