Angelo Silvio D. P. è riuscito a farsi rilasciare una carta di soggiorno per congiunti UE

Articolo letto 2150 volte!

Ci aveva provato con tutti i mezzi Angelo Silvio D. P., cittadino americano di chiare origini italiane e coniugato con una cittadina inglese, a farsi rilasciare una carta di soggiorno per congiunti UE dalla Questura di Palermo.

 Angelo Silvio Di Pippo ha ottenuto la carta di soggiorno presso la questura di Palermo

Lui che ormai da anni viveva in Italia, avendo raggiunto l’età pensionabile negli Stati Uniti, aveva lasciato il sogno americano per potersi finalmente riconciliare con la terra dei suoi avi. Ma non aveva fatto i conti con la burocrazia italiana. La Questura più volte gli ha negato la tanta agognata carta di soggiorno per riconoscergli un meno vantaggioso permesso di soggiorno per residenza elettiva.

Ma, mister D. P. non si è mai arreso e dopo innumerevoli tentativi, ha deciso di intraprendere l’unica via che gli era rimasta: rivolgersi ad un avvocato per impugnare i continui dinieghi che riceveva dalle istituzioni.

Così, armato della sua profonda convinzione, si è rivolto a ben tre avvocati per tutelare le proprie ragioni.
Gli avvocati Giuseppe Centineo, Sergio Casale e Alì Listì Maman hanno invocato la tutela del tribunale di Palermo per il riconoscimento del diritto del signor D. P. alla titolarità di una carta di soggiorno e, una volta depositato il ricorso, non hanno neanche dovuto attendere troppo.

La Questura, dopo pochi mesi dal deposito del ricorso, ha chiesto disporsi la cessazione della materia del contendere, riconoscendo la validità degli argomenti portati avanti dal collegio difensivo e decidendo di riconoscere la carta di soggiorno per congiunti UE al signor D. P., sulla base delle recenti direttive impartite dal Ministero dell’Interno con il “Vademecum per i cittadini britannici e i loro familiari residenti in Italia”, e delle condizioni previste dall’Accordo di Recesso tra l’Unione Europea ed il Regno Unito dell’1/2/2020, i cui beneficiari sono i cittadini del Regno Unito residenti in Italia entro il 31/12/2020.

ECCO LA TESTIMONIANZA DEGLI AVVOCATI Giuseppe Centineo, Sergio Casale e Alì Listì Maman

Il cittadino americano finalmente potrà coronare il suo sogno e vivere nella sua Sicilia, senza doversi preoccupare di sbrigare altre pratiche amministrative. Non dovrà più andare a rinnovare il suo permesso di soggiorno ogni anno, spendendo non soltanto i suoi soldi, ma neanche il suo prezioso tempo alla sua età.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli il tipo di assistenza desiderata
Nome e cognome
Email o telefono

Articolo letto 2150 volte!

A proposito di Avv. Alì Listì Maman

Avvocato Alì Listì Maman è membro dell'Ordine Avvocati di Palermo ed è anche nel Comitato Pari Opportunità. Si occupa di diritto civile, specialmente dell'immigrazione risolvendo delle problematiche inerenti al permesso di soggiorno, cittadinanza italiana e tanto altro. Ha studiato Giurisprudenza magistrale presso Università degli Studi di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.