Differenza tra immigrati clandestini ed immigrati irregolari

Articolo letto 11051 volte!

Spesso sentiamo parlare di immigrati “clandesti” e immigrati “irregolari”, ma tanti non conosciamo la differenza che c’è tra queste due categorie di stranieri che troviamo in Italia quando manca il permesso di soggiorno. Oggi vi presentiamo la distinzione tra questi due termini e vi spieghiamo tutto come viene chiarito dal Ministero dell’Interno in Italia.

Vengono espulsi o accompagnati alla frontiera gli stranieri che non hanno un regolare visto di ingresso o un permesso di soggiorno 

  • Sono clandestini gli stranieri entrati in Italia senza regolare visto di ingresso
  • Sono irregolari gli stranieri che hanno perduto i requisiti necessari per la permanenza sul territorio nazionale (es: permesso di soggiorno scaduto e non rinnovato), di cui erano però in possesso all’ingresso in Italia
Immigrati clandestini e immigrati irregolari
Foto: http://www.latinosmagazine.it




I CLANDESTINI, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEVONO ESSERE RESPINTI ALLA FRONTIERA O ESPULSI

Non possono essere espulsi immediatamente se:

  • occorre prestare loro soccorso
  • occorre compiere accertamenti sulla loro identità o nazionalità
  • occorre preparare i documenti per il viaggio
  • non è disponibile un mezzo di trasporto idoneo
  • devono essere trattenuti, previo provvedimento del questore convalidato dal magistrato, presso appositi centri di permanenza temporanea e assistenza (art.14 del Testo Unico n. 286/98) per il tempo strettamente necessario per la loro identificazione ed espulsione

Il Ministro dell’interno adotta i provvedimenti che occorrono per l’esecuzione dell’espulsione (anche mediante convenzioni con altre amministrazioni dello Stato, con gli enti locali, con i proprietari o concessionari di aree, strutture e altre installazioni) e per la realizzazione di interventi assistenziali.

Annuncio:



LA DIREZIONE CENTRALE DELLA POLIZIA DELL’IMMIGRAZIONE E DELLE FRONTIERE

È stata istituita presso il Dipartimento della pubblica sicurezza dalla legge 30 luglio 2002, n. 189, meglio nota come legge Bossi-Fini, per favorire lo sviluppo di strategie d’azione innovative e più efficaci, anche sul piano internazionale, nel contrasto all’immigrazione clandestina e per gestire le problematiche che riguardano la presenza degli stranieri sul territorio nazionale.

Fonte: www.interno.it

Grazie e Buona Fortuna!

Articolo letto 11051 volte!

3 thoughts on “Differenza tra immigrati clandestini ed immigrati irregolari

  1. Pingback: Ecco come ho avuto 3 tipi di permesso di soggiorno in 9 anni

  2. Pingback: Il permesso di soggiorno per turismo esiste ancora in Italia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.