Capitolo 4: Uso delle forme c’è e ci sono nella lingua italiana

Articolo letto 24336 volte!

Nel capitolo precedente di questo corso d’italiano online abbiamo visto l’uso e la formazione della frase negativa e della forma di cortesia. In questo capitolo impareremo come si usa c’è e ci sono nella lingua italiana. Queste due forme sono tra le più usate in italiano, in diversi contesti della vita quotidiana di chi parla l’italiano. 

Corso d'italiano: Uso delle forme c'è e ci sono: C'è un gatto al mio computer
Uso delle forme c’è e ci sono. Esempio: C’è un gatto al mio computer

C’è, ci sono

C’è, ci sono indicano che una o più persone, o una o più cose, sono in un luogo.

Esempi: A Roma c’è il Colosseo. In ufficio ci sono i computer.

  • Quando il soggetto è singolare si usa c’è.

Nella stanza c’è un tavolo.

In questo bar non c’è il telefono.

C’è la data di scadenza sul mio permesso di soggiorno.

  •  Quando il soggetto è plurale si usa ci sono.

Nella torta ci sono le mele.

Ci sono cinque ragazze alla festa.

Ci sono le mie generalità nel mio passaporto.

Con c’è, ci sono il soggetto si mette dopo il verbo.

Altro uso di c’è e ci sono

C’è, ci sono si usano anche per il tempo atmosferico (meteo).

In italiano, c'è e ci sono si usano anche per il tempo atmosferico o il meteo

Esempi: C’è il sole. C’è il vento. Ci sono le nuvole. C’è la nebbia.

Attenzione: Non sbagliare!

Non confondere è con c’è!

Esempi:

Falso Vero
Quello c’è Giorgio.
È lo zucchero nel caffè?
Quello è Giorgio.
C’è lo zucchero nel caffè?

Annuncio:

ESERCIZI

  • Completa con c’è o ci sono
  1. …………….. tre gatti qui!
  2. Non ………… posto per tutti.
  3. ………… del latte?
  4. In questo mese ………………… trenta giorni.
  5. Purtroppo non ………………….. biscotti per la colazione.
  6. Non …………………. neppure del caffè. Vado a comprarlo!
  • Inserisci c’è o ci sono in questa lettera di Giorgio a Marco

Caro Marco,

Oggi a Bologna c’è vento forte. E lì? ………………… bel tempo? Per fortuna non ……….. lezione, così non vado a scuola.

Guardo la televisione: oggi ………………. i miei programmi preferiti! 🙂 Di sera invece …………. una festa. Vado perché ……………….. i nostri amici Diego e Veronica.

Adesso ti saluto. ………………… qualcuno alla porta.

Giorgio

Articolo letto 24336 volte!

A proposito di Gamaliel NIYONSABA

Fondatore, Community Manager & Caporedattore di questo blog. Possiede circa 9 anni di esperienza pratica nel settore d'immigrazione in Italia, prima come studente universitario che si occupava di richieste e rinnovi dei permessi di soggiorno dei colleghi universitari immigrati, poi come lavoratore autonomo e dipendente. Ha una passione per le lingue. Parla ITALIANO, FRANCESE, INGLESE, SPAGNOLO ed ha una conoscenza base del TEDESCO. Professionalmente lavora nel settore web occupandosi della creazione e gestione dei siti web (Web design & Web Development), Web Marketing, SEO (Indicizzazione sui Motori di Ricerca) & SMM (Social Media Marketing) utile per sfruttare al meglio i principali canali sociali come Facebook, Twitter, YouTube & Google+ . Collabora anche con il Comune di Fara in Sabina (RI) come Mediatore Interculturale e Linguistico nel progetto SPRAR destinato all'integrazione dei richiedenti asilo e rifugiati. Per proporre una collaborazione, chiedere una consulenza, una recensione o un invito in radio o in TV, bisogna inviare un e-mail diretta a nigamaliel@gmail.com.

2 thoughts on “Capitolo 4: Uso delle forme c’è e ci sono nella lingua italiana

  1. Pingback: Capitolo 5: Il modo infinito e l’indicativo presente dei verbi in -are (prima coniugazione)Permesso di Soggiorno

  2. Pingback: Corso di lingua italiana: Uso delle forme c'&eg...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.