RECORD DI DOMANDE: 607,904 ISTANZE PRONTE PER IL DECRETO FLUSSI 2023 CON SOLO 136,000 POSTI DISPONIBILI

Articolo letto 246 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Alla scoperta del fenomeno che sta catturando l’attenzione di migliaia di persone in cerca di opportunità lavorative in Italia. In linea con le nostre recenti pubblicazioni sul sito e i video sul canale YouTube, oggi esploreremo a fondo il Decreto Flussi 2023 e la sua fase di precompilazione che ha sorpreso tutti con oltre 600,000 istanze inserite, ben oltre le 136,000 quote previste in tutti i settori messi insieme. Questo straordinario interesse è testimone dell’entusiasmo e della determinazione di individui provenienti da tutto il mondo desiderosi di stabilirsi nel nostro Paese. Scopriamo insieme i dettagli di questo fenomeno che sta plasmando il futuro dei lavoratori non comunitari in Italia. In seguito ci troverai una guida aggiornata al 01 dicembre 2023 per inviare le domande correttamente. CONTINUA A LEGGERE BENE DOPO I CHIARIMENTI INCLUSI IN QUESTO VIDEO: 

Il Decreto Flussi 2023 rappresenta un’importante occasione per i lavoratori non comunitari che desiderano stabilirsi in Italia. Il prossimo click day si terrà il 2, 4 e 12 dicembre, durante i quali complessivamente 136.000 individui avranno la possibilità di fare ingresso regolare nel nostro Paese. I numeri sono chiari: 52.770 ingressi per lavoro subordinato non stagionale, 680 per lavoro autonomo e 82.550 per lavoro subordinato stagionale.

Per semplificare le procedure, è stata introdotta la possibilità di precompilare i moduli di domanda attraverso il “Portale Servizi ALI” dal 30 ottobre al 26 novembre 2023. Al termine di questa fase, sono state inserite ben 607.904 istanze, di cui 253.473 sono relative al lavoro subordinato non stagionale, 260.953 al lavoro stagionale e 86.074 al settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria.

Annuncio:



Le istanze potranno essere trasmesse definitivamente, esclusivamente tramite modalità telematiche, in date specifiche:

  • Dalle 9:00 del 2 dicembre 2023 per gli ingressi relativi al lavoro subordinato non stagionale;
  • Dalle 9:00 del 4 dicembre 2023 per gli ingressi nel settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria;
  • Dalle 9:00 del 12 dicembre 2023 per gli ingressi per lavoro stagionale.

È importante notare che per inoltrare le istanze sul sito https://portaleservizi.dlci.interno.it/, è necessario possedere un’identità SPID o della CIE. Questo Decreto rappresenta un’opportunità unica per coloro che cercano di stabilirsi in Italia per lavoro. La preparazione e l’utilizzo delle risorse messe a disposizione sono fondamentali per un processo senza intoppi. Siate pronti a cogliere questa occasione unica e a sfruttare al massimo il Decreto Flussi 2023, anche per fare la conversione di alcuni tipi di permesso di soggiorno in permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato o lavoro autonomo.

Il Decreto Flussi 2023: Scadenze e modalità di presentazione delle domande

Un aspetto cruciale del Decreto Flussi 2023 riguarda le scadenze e le modalità di presentazione delle domande. Tutti coloro interessati potranno presentare le proprie domande fino al 31 dicembre 2023. È importante sottolineare che, nel caso in cui l’istanza non rientrasse nella quota prevista in base all’ordine cronologico di presentazione, il datore di lavoro visualizzerà un avviso specifico sul portale ALI: “La pratica risulta al momento non in quota”.

Il fervore suscitato dalla fase di precompilazione del Decreto Flussi 2023 è un chiaro segnale dell’entusiasmo e dell’aspettativa che circondano le opportunità lavorative in Italia per i cittadini non comunitari. Con oltre 600,000 istanze già inserite, siamo di fronte a una domanda senza precedenti, testimoniando il desiderio di nuove prospettive professionali. Ora, mentre ci avviamo verso le date cruciali di presentazione delle domande, auguriamoci che questa euforia si traduca in opportunità concrete e successi significativi per tutti coloro che aspirano a una nuova vita e carriera nel nostro Paese. Siamo pronti a seguire da vicino gli sviluppi e a condividere ulteriori informazioni sulla realizzazione dei sogni professionali attraverso il Decreto Flussi 2023.

GUIDA PER L’INVIO DELLE DOMANDE NEL CLICK DAY DEL DECRETO FLUSSI 2023

Per garantire una corretta trasmissione delle domande durante il click day, è fondamentale seguire attentamente i passaggi indicati di seguito, pubblicati dal Ministero dell’Interno il 01 dicembre 2023:

  1. Accertarsi che la domanda sia nello stato “da inviare“, visibile nella sezione “Riepilogo domande” al momento del click day.

  2. Utilizzare il pulsante “Invia domande” nella stessa sezione “Riepilogo domandea partire dalle ore 9:00.

Procedura di invio nel decreto flussi il giorno del click day:

  1. Accedere alla sezione “Compila Domande Decreto Flussi 2023/Click-day 2023“. Se già all’interno, aggiornare la pagina selezionando la voce “Compila Domande Decreto Flussi 2023/Click-day 2023”. Notare che il tasto “Invia domandediventerà blu, e la casella “Seleziona tutte le domande da inviare” diventerà selezionabile.

  2. Spuntare la casella “Seleziona tutte le domande da inviare” nella stessa sezione “Riepilogo domande“.

  3. Cliccare sul tasto “Invia domande“.
  4. Attendere il completamento del processo, verificando la scomparsa dell’immagine di caricamento e l’indicazione del messaggio di avvenuto inoltro delle domande. Si sottolinea che la durata prolungata del caricamento non indica un blocco del sistema, ma il normale processo di lavorazione in corso. Si raccomanda di non chiudere la pagina durante il caricamento.

Si specifica che il sistema consentirà l’invio esclusivamente dei modelli di domanda previsti per la specifica giornata di click day. Seguire scrupolosamente questa guida per garantire una corretta e tempestiva trasmissione delle domande al Ministero dell’Interno.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli l'assistenza desiderata:
Nome e cognome:
Email o Telefono/Whatsapp:

Articolo letto 246 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.