PRIMA DISTRIBUZIONE DELLE QUOTE DEL DECRETO FLUSSI 2023: ANALISI DETTAGLIATA DELLA SUDDIVISIONE TERRITORIALE E DELLE OPPORTUNITÀ LAVORATIVE

Articolo letto 1939 volte!

VUOI RIMANERE AGGIORNATO? Iscriviti alla newsletter qui:

Nel seguito della nostra approfondita analisi sul Decreto Flussi 2023, focalizzata sulla procedura e i requisiti necessari, nonché sui momenti critici del click day documentati nei nostri video, oggi esaminiamo da vicino la prima distribuzione delle quote sul territorio, per regione e provincia. Questo passo cruciale permetterà di rilasciare i tanto attesi nulla osta in risposta alle domande presentate dai datori di lavoro. La Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha recentemente comunicato la suddivisione delle quote tra le province, un momento che segna un passo significativo verso l’integrazione dei lavoratori immigrati nel tessuto economico italiano. Lo vediamo in seguito.

Il quadro generale sul decreto flussi 2023:

La nota emanata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS) dettaglia la distribuzione delle quote, dando uno sguardo ampio al panorama delle opportunità lavorative. La distribuzione delle quote è stata effettuata in modo mirato, rispondendo alle esigenze di settori chiave dell’economia italiana.

Quote per lavoro subordinato non stagionale:

  1. Lavoratori con accordi o intese migratorie: Un totale di 25.000 quote è stato destinato a lavoratori provenienti da Paesi che hanno già sottoscritto accordi o intese migratorie. Queste quote si applicano a settori cruciali autorizzati come l’autotrasporto merci, edilizia, turistico-alberghiero, meccanica, telecomunicazioni, alimentare, cantieristica navale, trasporto passeggeri con autobus, pesca, acconciatori, elettricisti e idraulici.

  2. Tunisia: Ulteriori 4.000 quote sono riservate ai lavoratori tunisini in virtù del Memorandum di Intesa firmato tra Italia e Tunisia nel 2023.

  3. Origine italiana da Venezuela: Sono state allocate 100 quote per lavoratori di origine italiana residenti in Venezuela.

  4. Apolidi e rifugiati: 180 quote sono riservate per apolidi e rifugiati.
  5. Assistenza familiare e socio-sanitaria: Un considerevole contingente di 9.500 quote è stato dedicato al settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria, indipendentemente dall’origine del richiedente.

  6. Conversioni di permesso di soggiorno: 4.111 quote sono destinate alle conversioni di permessi di soggiorno per lavoro stagionale e permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altri Stati membri UE, sia per lavoro subordinato che autonomo.

Annuncio:



Quote per lavoro subordinato stagionale:

  1. Settori agricolo e turistico-alberghiero: Una significativa quantità di 27.100 quote è stata distribuita per il lavoro subordinato stagionale nei settori agricolo e turistico-alberghiero.

  2. Apolidi e rifugiati: 50 quote sono riservate per apolidi e rifugiati che desiderano intraprendere lavoro stagionale.

  3. Lavoro stagionale pluriennale: Ci sono 500 quote nulla osta che sono state allocate per il lavoro stagionale pluriennale.

  4. Associazioni datoriali: Un imponente contingente di 25.400 quote è stato destinato alle domande presentate dalle associazioni datoriali dell’agricoltura, mentre ulteriori 5.700 quote sono riservate per le richieste provenienti dalle associazioni del turismo.

Ecco la distribuzione di queste quote per regione e provincia:

Conclusioni:

Le quote non ancora distribuite saranno assegnate successivamente in base alle richieste agli Sportelli Unici per l’Immigrazione, garantendo una gestione flessibile e adattabile alle reali esigenze del mercato del lavoro. Questa prima distribuzione delle quote del Decreto Flussi 2023 segna un passo importante verso l’implementazione di politiche migratorie efficaci e mirate, con un occhio attento alle esigenze specifiche dei settori chiave dell’economia italiana.

HAI UNA DOMANDA E DESIDERI UNA RISPOSTA IN POCO TEMPO?

Scegli l'assistenza desiderata:
Nome e cognome:
Email o Telefono/Whatsapp:

Articolo letto 1939 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.