Carta di soggiorno: come richiedere il certificato del casellario giudiziale

Articolo letto 55099 volte!

Come l’avete visto nell’articolo che abbiamo pubblicato sulla carta di soggiorno ( chiamata anche  permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo oppure semplicemente permesso di soggiorno CE), tra i documenti che bisogna presentare ci sta anche il certificato del casellario giudiziale e il certificato dei carichi pendenti. Questo documento è richiesto anche per la richiesta della cittadinanza italiana o naturalizzazione. Vi presentiamo come si richiede questo documento secondo le informazioni del Ministero della Giustizia.

Certificato del casellario giudiziale

Il Casellario giudiziale contiene l’insieme dei dati relativi a provvedimenti giudiziari e amministrativi riferiti a soggetti determinati, limitatamente a quelli previsti dall’art. 3 del D.P.R. 14 novembre 2002 n. 313.

L’Ufficio del casellario giudiziale, esistente presso ogni procura della Repubblica, rilascia i seguenti certitificati:

  • certificato generale: contiene tutti i provvedimenti del giudice, irrevocabili, in materia penale, civile ed amministrativa (riassume i certificati penale e civile);
  • certificato penale: contiene i provvedimenti penali di condanna definitivi;
  • certificato civile: contiene i provvedimenti relativi alla capacità della persona (interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale, amministrazione di sostegno), i provvedimenti relativi ai fallimenti (i quali non sono più iscrivibili dal 1º gennaio 2008), i provvedimenti riguardanti la perdita o la revoca della cittadinanza 

Il certificato può essere richiesto:

  • dall’interessato;
  • dalle pubbliche amministrazioni o dai gestori di pubblici servizi, quando il certificato è necessario per espletamento delle loro funzioni;
  • dall’autorità giudiziaria penale che provvede direttamente alla sua acquisizione

La richiesta va presentata dall’interessato munito di documento di riconoscimento in corso di validità, o da persona da lui delegata, utilizzando l’apposito modello.
Per i cittadini extracomunitari sprovvisti di passaporto si richiede la copia del permesso di soggiorno.

Casi particolari:

  • per i minorenni, la domanda può essere presentata dal genitore esercente la potestà genitoriale;
  • per gli interdetti, la domanda può essere presentata dal tutore che deve esibire il decreto di nomina;
  • la persona detenuta o inserita in una comunità terapeutica può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato.

Il certificato ha una validità di 6 mesi dal rilascio.


Costi
:

  • per il certificato generale occorre:
    • 1 marca da bollo da € 16,00
    • 1 marca per diritti da € 7,08 se il certificato è richiesto con urgenza
    • 1 marca per diritti da € 3,54 se il certificato è richiesto senza urgenza
  • per il certificato penale occorre:
    • 1 marca da bollo da € 16,00*
    • 1 marca per diritti da € 7,08 se il certificato è richiesto con urgenza
    • 1 marca per diritti da €  3,54 se il certificato è richiesto senza urgenza

*L’art. 1, comma 486 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 (legge di stabilità 2013) ha introdotto modifiche al pagamento dell’imposta di bollo sui certificati penali. Sull’ampiezza del contenuto della norma, in particolare sull’eventuale applicabilità del pagamento del bollo, oltre che al certificato penale in senso stretto (certificato contenente le condanne definitive) ad altri certificati in materia penale, quali il certificato dei carichi pendenti e il certificato dell’anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato, si dovrà pronunciare l’Agenzia delle Entrate, alla quale è stato inoltrato un quesito.

  • per il certificato civile:
    • 1 marca da bollo da € 16,00
    • 1 marca per diritti da € 7,08 se il certificato è richiesto con urgenza
    • 1 marca per diritti da € 3,54 se il certificato è richiesto senza urgenza

Nei casi di seguito specificati il rilascio è gratuito:

  • certificato richiesto per esibizione nelle controversie di lavoro, previdenza ed assistenza obbligatoria (art. 10 L. 533/1973)
  • adozione, affidamento di minori e affiliazione (art. 82 L.184/1983)
  • domanda di riparazione dell’errore giudiziario (art. 176 disp. att. c.p.p.)
  • certificato da produrre in un procedimento nel quale la persona è ammessa a beneficiare del gratuito patrocinio (art. 18 D.p.r. 115/2002)

Altri casi di esenzione dal bollo sono elencati nel D.p.r. 642/1972, tabella allegato B.

Annuncio:



Dove bisogna chiedere il certificato del casellario giudiziale?

Il certificato del casellario giudiziale può essere chiesto in qualunque Procura della Repubblica, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato.

Quali sono i moduli da utilizzare per richiedere il certificato del casellario giudiziale?

Ecco i modelli da utilizzare presso tutte le Procure della Repubblica per richiedere i certificati:

Gli orari di apertura al pubblico possono variare a seconda della Procura, si consiglia di verificarli consultando le schede o contattandola direttamente.

Come previsto dall’articolo 15, comma 1, della legge 183/2011, a partire dal 1°gennaio 2012 il certificato rilasciato all’interessato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai gestori di pubblici servizi.

Fonte: Ministero della giustizia

 

Articolo letto 55099 volte!

16 thoughts on “Carta di soggiorno: come richiedere il certificato del casellario giudiziale

  1. Salve , sono egiziano, ho preso lavoro a Belgio da una settiman come faccio il certificato casellario per motivo lavoro all’estero ?senza venire in italia per rechiederla grazie

  2. Salve
    sono cittadina ungherese. Per un lavoro mi hanno chiesto il certificato penale. Lo posso richiedere dal tribunale italiano oppure lo devo per forza richiedere in Ungheria? La cittadinanza mi deve arrivare entro la fine di quest’anno, 2015. Grazie

    • Se si tratta per un lavoro, allora basta anche il certificato rilasciato da un tribunale italiano. Se invece si tratta della cittadinanza italiana, allora si tratta d’un certificato penale del paese di origine. Cordiali saluti!

      • Buongiorno
        Io sono di nazionalità rumena non ho la cittadinanza italiana vivo e lavoro in Italia da 9 anni, mi hanno chiesto il casellario giudiziario per l’assunzione, posso richiederlo dal Tribunale Italiano? Grazie mille per l’aiuto.

    • Salve devo fare la richiesta per la cittadinanza e purtroppo sto affrontando molti problemi visto che non posso recarmi nel mio paese …..li cè una burocracia che tuttora trovo assurda visto che il Brasile è diviso in 27 stati e il documento deve essere fatto dove sei nata….e non importa dove e km da percorrere….LA MIA DOMANDA È DOPO LA RICHIESTA QUANTO TEMPO SI DEVE ANKORA ASPETTARE PER AVERE LA CITTADINAZA….GRAZIE

  3. Salve,
    per fare la domanda online per il certificato che serve per la carta di soggiorno quale voce devo fare. Perché io ho già chiesto quello penale, però il patronato mi ha detto che non basta. Saluti

  4. Salve,

    mi sono recata in tribunale all’ufficio del casellario per richiedere il rilascio del certificato generale e dei carichi pendenti, ma mi hanno detto che ormai da anni viene accettata l’autocertificazione e che questa è la normale prassi. Mi hanno spiegato che è poi la questura a chiamare il casellario per verificare la veridicità delle dichiarazioni, ma che comunque non hanno mai più rilasciato certificati ad uso amministrativo, solo ad uso privato.
    Su internet però mi sembra di capire che serve proprio il certificato del tribunale. Come procedo? Saluti

  5. Salve, sono cittadina rumena ma vivo in Italia da 10 anni insieme a mia madre. Essendo già maggiorenne posso richiedere io la cittadinanza italiana? Senza però poter presentare un reddito per tre anni, perché ho appena finito scuola. Oppure devo presentare il reddito di mia mamma? Sottolineando il fatto che lei non vuole la cittadinanza.

  6. Pingback: Due documenti simili, ma distinti e utili per la carta di soggiorno

  7. Pingback: Differenza tra carta di soggiorno e permesso di soggiorno UE

  8. Pingback: Come richiedere la carta di soggiorno per stranieri in Italia

  9. Pingback: Carta di soggiorno per stranieri: richiesta del familiare conviventePermesso di Soggiorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.