Il permesso di soggiorno per lavoro subordinato

Articolo letto 35431 volte!

Esistono due grandi categorie in cui possiamo classificare il permesso di soggiorno per motivo di lavoro: lavoro subordinato e lavoro autonomo. Oggi parliamo del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato cioè quando il lavoratore è dipendente d’un datore di lavoro. Il lavoro può essere svolto direttamente presso la sua famiglia (badanti, colf, baby sitter, …) o presso la sua attività o azienda. 

Permesso di soggiorno per motivo di lavoro subordinato
Permesso di soggiorno elettronico

Il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro è subordinato al possesso di un visto di ingresso per motivi di lavoro in seguito a nulla osta all’assunzione o allo svolgimento dell’attività lavorativa.
Dopo l’ingresso nel territorio nazionale, il permesso di soggiorno va richiesto entro 8 giorni allo Sportello Unico della provincia dove ha domicilio il lavoratore o dove si svolge l’attività lavorativa.

NB: In seguito a rilascio di autorizzazione (nulla osta) da parte dello Sportello Unico competente per territorio, il permesso di soggiorno per motivi di lavoro è concesso anche per conversione da studio a lavoro (in via generale), da minore età a lavoro, per tirocinio.

Il permesso di soggiorno per lavoro è strettamente collegato alla sussistenza di un impiego formalmente riconosciuto comunicato dal datore di lavoro all’Inps attraverso il mod Unificato Lav che sostituisce il Modello Q – contratto di soggiorno (ancora in vigore per colf e badanti).
Il permesso di soggiorno ha una durata di
# 2 anni se il contratto di lavoro è a tempo indeterminato
# 1 anno se il contratto di lavoro è a tempo determinato

Ai sensi dell’art. 5, comma 9, del Testo Unico sull’Immigrazione, “il permesso di soggiorno è rilasciato, rinnovato o convertito entro venti giorni dalla data in cui è stata presentata la domanda”.
Nella realtà i tempi di attesa della consegna del permesso si dilatano anche fino a 12 mesi e più. Per questi motivi occorre essere informati sulla validità della ricevuta rilasciata al momento della domanda di rilascio o rinnovo.

Primo rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato

Dopo aver accertato la regolarità del visto e del rapporto di lavoro e la disponibilità di un alloggio idoneo per il lavoratore, lo Sportello Unico competente per territorio fa firmare al lavoratore straniero il contratto di soggiorno.
Consulta la scheda – Ingresso con visto per motivi di lavoro

Lo Sportello Unico consegna allo straniero un modulo precompilato di richiesta del permesso di soggiorno con apposita busta da spedire presso gli Sportelli Postali abilitati al Centro Servizi Amministrativi di Roma (in base al Protocollo tra Poste Italiane e Ministero dell’Interno in vigore dall’11 dicembre 2006).

Saranno necessari:
–  marca da bollo da euro 16,00 ;
– ricevuta del versamento di euro 30,46 per il rilascio dei titoli di soggiorno in formato elettronico;
– pagamento di euro 30,00 allo sportello postale per le spese di spedizione.
–  il pagamento del contributo previsto dall’art 5, comma 2 ter, del TU
a) Euro 80,00 per pds di durata superiore a tre mesi e inferiore o pari a un anno;
b) Euro 100,00 per pds di durata superiore a un anno e inferiore o pari a due anni;

Con la ricevuta di richiesta del permesso di soggiorno il lavoratore gode dei diritti del soggiorno ed in particolare:

 – dovrà esibire la ricevuta come prova della regolarità del soggiorno;
– potrà utilizzare i codici per controllare lo stato di avanzamento della pratica su www.portaleimmigrazione.it;
– potrà richiedere l’iscrizione anagrafica
– potrà stipulare un contratto di assunzione
– potrà stipulare un contratto di alloggio o qualsiasi altro contratto
– potrà iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale
– potrà uscire e rientrare dal territorio nazionale a determinate condizioni (consulta la scheda pratica)

Annuncio:



Rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato

Il titolare del permesso deve presentare domanda di rinnovo 60 giorni prima della scadeza del titolo.
Il termine non è però perentorio.
L’art. 13 del Testo Unico Immigrazione stabilisce infatti che il Prefetto disponga l’espulsione quando siano trascorsi 60 giorni dopo la scadenza del permesso di soggiorno senza che ne sia stato richiesto il rinnovo.

E’ in ogni caso ritenuto illegittimo un provvedimento di espulsione nei confronti dello straniero che, dopo aver ricevuto il diniego del rinnovo del permesso di soggiorno, può dimostrare nuovi elementi sopraggiunti. In questo caso è necessario procedere al riesame della situazione tenendo conto dell’attualità della situazione dello straniero.

Qualora sussistano i requisiti per il rinnovo e vi sia un giustificato motivo per il quale lo straniero non abbia presentato la domanda di rinnovo entro i 60 giorni dopo la scadenza del titolo, l’amministrazione è tenuta comunque a valutare il rilascio del titolo ed evitare il provvedimento di espulsione.

Come e dove si presenta la domanda di rinnovo:
– Consulta la scheda pratica Rinnovo pds – Ecco cosa fare e dove andare per procedura postale

Documenti necessari per il rinnovo:

Oltre al Modulo 1 e 2 del kit che si ritira alle Poste Italiane con servizio di Sportello Amico, nella busta  occorre inserire anche:
– fotocopia delle pagine del passaporto riportanti i dati anagrafici, i timbri di rinnovo, i visti;
– fotocopia del permesso di soggiorno in scadenza;
– fotocopia della dichiarazione di ospitalità o contratto di affitto relativi all’alloggio di domicilio;
– fotocopia del mod Unificato Lav o Ricevuta della denuncia del rapporto di lavoro all’INPS (per lavoro domestico);
– fotocopia della documentazione attestante la disponibilità di un reddito da lavoro o da altra fonte lecita (Cud, Unico, etc): ultima dichiarazione dei redditi oppure buste paga relative al periodo di assunzione.

– nel caso di lavoro domestico, oltre alla documentazione di cui sopra: fotocopie dei versamenti dei contributi previdenziali all’INPS

La valutazione sulla capacità reddituale sufficiente al sostentamento NON PUÒ  ESSERE AUTOMATICAMENTE RIFERITA all’importo dell’assegno sociale INPS (per il 2015 è di 448,52 euro al mese per un totale di 5830,76 euro all’anno) ma deve tener conto delle prospettive future di reddito e della situazione reddituale pregressa.

Nel caso di familiari a carico sarà necessario dimostrare un reddito in grado di garantire il loro sostentamento.

ANNUNCIO

Inserimento dei figli minori di anni 14

Nel permesso per motivi di lavoro possono essere inseriti anche i figli minori di anni 14, in questo caso occorre presentare:
– fotocopia delle pagine del passaporto del minore riportanti i dati anagrafici, i timbri di rinnovo, i visti (se titolare di passaporto proprio);
– Se il minore non è ancora inserito nel permesso di soggiorno del genitore: certificato di maternità/paternità tradotto e legalizzato (o con apostille) se proveniente da altro Stato;
– Certificato di frequenza scolastica se il minore è in età soggetta al diritto-dovere all’istruzione.

Fonte: Meltingpot.org

Grazie e Buona Fortuna!

Articolo letto 35431 volte!

32 thoughts on “Il permesso di soggiorno per lavoro subordinato

  1. Pingback: Permesso di soggiorno per lavoro subordinato stagionale

  2. Salve;

    Sono studente già da quasi 5 anni, e per qualche motivo familiare mio, non ho ancora conseguito la laurea.
    Il mio permesso di soggiorno per studio è a posto e scade a giugno 2016 ( e non avrò di sicuro conseguito la laurea).
    Le chiedo, avendo appena trovato un lavoro subordinato, è possibile convertirlo a quest’ultima categoria ( cioè al PS per lavoro subordinato)?

    Grazie per la Sua attenzione.

  3. Pingback: Decreto flussi per 3 categorie di immigrati. Una è esclusa

  4. Salve, mi chiamo Enri. Nel luglio 2014 ho ottenuto la laurea magistrale. Dopo un periodo di stage in Inghilterra sono ritornato in Italia e nel luglio 2015 ho fatto domanda di conversione del permesso da motivi di studio lavoro subordinato. Lo sportello unico aveva dato l’approvazione a seguito della stipula del contratto a tempo indeterminato, ed il 14 dicembre sono andato in questura per le impronte digitali. Da allora non ho ancora ricevuto nessuna notizia dalla questura. Poiché oggi ho dato le dimissioni dal lavoro, vorrei cortesemente sapere le conseguenze sulla pratica di conversione. Posso ottenere lo stesso il permesso per motivi di lavoro subordinato? Vi ringrazio in anticipo per l’eventuale risposta.

  5. Salve sono Alessandra sono salvadoregna lavoro da due anni come badante e voglio regolarizzaziomi solo che fino adesso non sono riuscita a farlo con il flussi non ci sono quote per questo lavoro, esiste un’altra opzione per fare il permesso di soggiorno ?

  6. Hi, my name is Jude. Please, can you give me the simplest way to convert my student soggiorno to self employed soggiorno? And can you give me a contact of someone who can help me do the conversion? My student soggiorno will expire on the 16th of this January 2016. Please I need your help.
    Thanks!

  7. Buona sera,sono indiano.sono in Italia circa 6 anni.io già fato domanda carta di soggiorno. Io abito a Campania in Sardegna. Ce una problema io celo tutti documento di qua.pero manca una documento adoneita di allogio.qui c’è casa vecchia. Comune non dare alloggio. Come posso fare adesso.auita me per favore. Grazie.

  8. Pingback: Diversi motivi per richiedere il permesso di soggiorno in Italia

  9. Salve! Ho bisogno di aiuto, ho il permesso in rinnovo da 2 mesi e mezzo non è ancora pronto! Perché lo rinnovato senza contratto di lavoro sono passati 2 anni che non lavoro e ho 23 anni, ora ho contratto lo portato in questura ma mi dicono che se non verso 2500€ al stato come contributi! questa sara mio ultimo permesso di soggiorno e non voglio perdere il permesso che ho avuto da 2007! Quanto devo prendere in busta paga per poter versare 2500€ o di più?

  10. Pingback: Come avere il permesso di soggiorno protezione sussidiaria

  11. Gentilissimi,

    Il permesso di soggiorno per motivi di studio si può convertire in quello per lavoro subordinato anche prima della scadenza?

    Grazie.

  12. Buongiorno
    Mi chiamo Sascia e sono della Bosnia ed Erzegovina.
    Ho una domanda.
    Ho trovato lavoro qui in Italia e adesso il datore di lavoro mi vuole mettere in regola per avere permesso di soggiorno. Mo mi interessa se io devo tornare in mio paese e fare visto ad ambasciata italiana o magari c’è qualche modo per fare anche qui in Italia visto che sto qua e che già ho lavoro?
    Cordiali Saluti

  13. Pingback: Come ottenere il permesso di soggiorno in Italia

  14. Pingback: Rinnovo permesso di soggiorno: richieste tramite la Posta

  15. Buongiorno,

    Recentemente l’8 di ottobre’14 ho conseguito il titolo di laurea triennale. Il permesso di soggiorno e’ scaduto il 11 di ottobre’14. Mi sono rivolta in questura per chiedere sulla procedura di conversione in lavoro subordinato. Mi e’ stato deto che lo avrei potuto fare avendo il permesso ancora in corso di validità, cioè prima del 11/10.
    Ho deciso di iscrivermi adesso nella magistrale per riacquisire il permesso in corso di validita e successivamente convertirlo in lavoro subordinato. La mia domanda e’ avendo il titolo di studio conseguito in Italia, il motivo con quale sono entrata in Italia, devo considerare le quote dei flussi o meno? Come dovrei comportarmi in questa situazione?

    Vi ringrazio,
    Cordiali saluti,
    Margherita

  16. Salve, posso fare ricongiungimento di famiglia con un permesso di lavoro subordinato? (Moglie e figlia ) Quale è il reddito che mi serve? Grazie

  17. Pingback: Ecco come ho avuto 3 tipi di permesso di soggiorno in 9 anni

  18. Pingback: Contributi lavoratori domestici: bisogna pagare la seconda rata

  19. Buon pomeriggio,

    ho il permesso di soggiorno per lavoro subordinato durata 2 anni, che scade l’anno prossimo.
    la mia azienda vuole mandarmi a lavorare in un paese estero non CE per 2-3 anni mantenendomi sempre il contratto italiano. Posso comunque rinnovare il mio permesso italiano senza problemi? Anche se lavorerò all’estero 2-3? Grazie mille

    Alessandro

    • Salve, Alessandro! Per potere lavorare in un altro paese non appartenente alla Comunità Europea, purtroppo devi richiedere il visto per lavoro in quel paese dove andrai a lavorare. Lo puoi richiedere anche tramite l’ambasciata loro in Italia. Il rappresentante legale di quest’azienda italiana ti deve dare una lettera che attesta che stai lavorando con loro. Così, quando avrai il visto potrai entrare in quel paese senza problema.
      Purtroppo, il semplice permesso di soggiorno di due anni non ti permette di vivere e lavorare fuori Italia. Sarebbe meglio avere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (prima si chiamava carta di soggiorno) che ti permette addirittura di stare fuori Italia fin’a 12 mesi. Per altre informazioni, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-ce-per-soggiornanti-di-lungo-periodo/

      Comunque, puoi rinnovare lo stesso se hai un contratto italiano. Anzi, è meglio farlo prima di ogni altra avventura.

      Cordiali saluti!

      • La ringrazio tantissimo. (non so il Suo nome) 🙂
        scusi, per quanto riguarda i requisiti per ottenere la carta di soggiorno lungo periodo.
        Ero in possesso del permesso di soggiorno per motivi di studio per 3 anni, poi il permesso l’ho convertito a quello per il lavoro subordinato per 2 anni. (quindi in totale sarebbero 5 anni che sono in Italia).
        Volevo chiederLe, a questo punto, dopo che mi scade il permesso di 2 anni. posso richiedere la carta soggiorno?
        grazie

        Saluti,

        Alessandro

        • Salve, Alessandro. Sono Gamaliel 🙂

          Il tuo caso è uno dei più difficile in quanto le questure gestiscono diversamente le pratiche simili al tuo secondo come interpretano la legge in materia. Alcune questure accettano queste richieste di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ( la carta di soggiorno) a condizione che il richiedente abbia avuto un permesso di soggiorno regolare per tutti i cinque anni vissuti in Italia. Altre, invece, rifiutano queste pratiche dicendo che per i primi anni non vengono contatti in quanto agli studenti non è permesso di richiedere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
          Che dire! Se hai tutti gli altri requisiti, puoi provare a richiederlo e la risposta dipenderà della vostra questura. Per altre informazioni su come richiederlo e sui requisiti, clicca qui: http://permessodisoggiorno.org/carta-di-soggiorno-ce-per-soggiornanti-di-lungo-periodo/

          Auguri per tutto! Rimaniamo a disposizione per qualsiasi altro chiarimento!

          Gamaliel

          • Ciao.vero che esce a settembre leggi per stranieri per avere permesso di soggiorno lavoro subordinato? Grazie.

  20. Pingback: Certificato d'idoneità alloggiativa per avere il permesso di soggiorno

  21. Pingback: Novità sulla conversione permesso di soggiorno stagionale in lavoro subordinato

  22. Pingback: Permesso di soggiorno per lavoro autonomo

  23. Pingback: Lavoro subordinato: permesso di soggiorno per gli infermieri

  24. Pingback: Il modello Unificato Lav sostituisce il Modello Q

  25. Pingback: Permesso di soggiorno per i dirigenti delle grandi aziende

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Sei umano? Per la sicurezza del nostro sito, rispondi a questa domanda. * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.